Roberto Catania

-

Come funziona il nuovo sistema per la gestione della batteria dell'iPhone che Apple ha introdotto su iOS 11.3 a seguito delle accuse di obsolescenza programmata?

In attesa che la nuova versione del software sia disponibile per tutti (il rilascio è previsto per l’inizio della primavera), possiamo cominciare ad analizzarne le specifiche di base grazie alla seconda beta dell’aggiornamento, disponibile già da qualche giorno per gli iscritti al programma sviluppatori.

Stato Batteria: ecco cosa vedremo con iOS 11.3

Cominciamo col dire che la nuova feature - denominata Stato Batteria - è stata inserita all’interno del menu Batteria, lo stesso per intenderci che già oggi ci mostra le applicazioni che consumano di più e che ci permette di attivare/disattivare la funzionalità di risparmio energetico.

All’interno di questa impostazione - che, ribadiamo, al momento è in beta per gli sviluppatori che hanno scaricato la preview di iOS 11.3 - troviamo due campi distinti. Il primo, Capacità Massima, definisce la percentuale di usura della batteria, espressa come capacità residua dal nuovo. Alla prima attivazione, spiega Apple, le batterie di un iPhone hanno una capacità pari al 100%. Ma con l'invecchiamento chimico, questa percentuale diminuirà progressivamente, e con essa l'autonomia tra una ricarica e l'altra.

La soglia di allerta è quella dell’80%. Al di sotto di questo valore, che corrisponde in genere alla capacità residura di una batteria di un telefono che ha già effettuato 500 cicli di ricarica completi, potrebbero iniziare i problemi. Per due motivi: una minore potenza di picco (la potenza "bruta" necessaria per lo svolgimento di operazioni particolarmente onerose, ad esempio i giochi) e un’impedenza più elevata della batteria.

Quando interviene lo strozzamento automatico delle prestazioni

Per smorzare questi fenomeni di usura per così dire "fisiologica", Apple ha introdotto il cosiddetto strozzamento delle prestazioni. Si tratta di una modalità di gestione automatica della performance che interviene automaticamente quando la batteria è usurata. Ciò per evitare il verificarsi di gravi anomalie, come ad esempio lo spegnimento immotivato della batteria.

In situazioni di questo tipo, il secondo campo del menu Stato Batteria - quello contrassegnato dalla dicitura Capacità Massima Prestazioni - ci mostra una notifica che segnala che "la batteria non è stata in grado di assicurare la potenza di picco necessario", e che per questo motivo "il telefono è stato impostato automaticamente in modalità gestione delle prestazioni".

Come cambiano le prestazioni del telefono

Si tratta, insomma, di un vero e proprio limitatore di velocità che gestisce in modo dinamico le prestazioni massime di alcuni componenti di sistema, come la CPU e la GPU, equilibrando i carichi di lavoro per evitare spegnimenti imprevisti.

Tradotto in soldoni, un iPhone con batteria usurata mostrerà una tendenza più o meno marcata a un rallentamento delle prestazioni, soprattutto nell’avvio delle applicazioni, ma anche una possibile riduzione della frequenza delle immagini durante lo scorrimento della pagina, una retroilluminazione più debole, una disattivazione del flash della fotocamera, finanche una diminuzione fino a 3 dB del volume degli altoparlanti.

Come disattivare la funzione

Chi volesse mantenere inalterate le prestazioni del proprio iPhone, senza curarsi delle possibili anomalie, può  comunque disattivare la funzione. Per farlo è sufficiente toccare su Disabilita sempre dallo stesso menu.

In questo modo, l’iPhone tornerà a lavorare sui picchi di prestazioni antecedenti all'attivazione automatica dello strozzamento. Ma questo, naturalmente, andrà a discapito dell’affidabilità. Con la Capacità massima disabilitata, infatti, l’iPhone non sarà più in grado di gestire la distribuzione della potenza in base alla capacità di elaborazione richiesta, andando così incontro al rischio di possibili spegnimenti.

Se ciò dovesse accadere, ha precisato Apple, le funzioni di gestione delle prestazioni verranno riapplicate di default, ma sarà sempre possibile disattivarle.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Come capire se la batteria del nostro vecchio iPhone è da sostituire

Basta un’app per monitorare lo stato di usura di un Melafonino datato. E valutare l’ipotesi di una sostituzione della batteria

Come configurare un iPhone quando lo si lascia a un bambino

Quattro (buone) regole da tenere presente prima di lasciare un cellulare (o altro dispositivo) Apple fra le mani di un bambino

Come evitare il rallentamento "programmato" dell'iPhone

Dai prossimi aggiornamenti di iOS, Apple introdurrà una funzione per escludere lo “strozzamento” delle prestazioni

Commenti