iPhone 6S Rose Gold
Smartphone & Tablet

iPhone 6S e 6S Plus: qualche ipotesi sul prezzo in Italia

Il dollaro forte fa schizzare alle stelle i prezzi dei nuovi modelli Apple. Previsti rincari per una quarantina di euro

Dopo la presentazione di martedì, il nuovo iPhone 6S (e il gemello iPhone 6S Plus) si appresta a fare il suo debutto sul mercato. Il prossimo 25 settembre, il nuovo Melafonino sarà sugli scaffali dei negozi di Usa, Uk, Germania, Francia, Australia, Hong Kong, Singapore, Canada, Porto Rico e Giappone già a partire dal prossimo 25 settembre.

 

In Italia bisognerà aspettare qualche giorno in più, probabilmente una settimana. A preoccupare gli utenti tricolori non è però l’attesa quanto le prime indiscrezioni sul prezzo. Se l’Italia seguirà lo stesso trend tariffario delle nazioni europee della cosiddetta prima fascia, l’iPhone 6S potrebbe infatti risultare più caro di quasi il 5% rispetto al vecchio modello.

iPhone 6S: tre motivi per comprarlo (e tre per non farlo)


In Francia, per non andare troppo lontano, l’iPhone 6S nella sua versione base costerà 749 euro (40 euro in più del vecchio modello); ancora più elevato il balzello per il modello da 5,5 pollici che passa dagli 809 euro del vecchio iPhone 6 Plus agli 859 euro del nuovo iPhone 6S Plus. Con le stesse proporzioni, in Italia l’iPhone 6S nella sua versione base verrebbe a costare 769 euro, l’iPhone 6S Plus 879 euro.


Ma a cosa si devono questi rincari nel vecchio continenete (negli Stati Uniti, lo ricordiamo, il cartellino è rimasto pressoché invariato)? Secondo i ben informati, tutto nascerebbe dalla svalutazione dell’euro nei confronti del dollaro. Se lo scorso anno un euro valeva ben 1.30 dollari, oggi il cambio è quasi paritario: 1 euro vale 1.12 dollari. A conti fatti si tratta di una perdita di valore pari a circa il 15%.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti