Smartphone & Tablet

iOS 13 sarà così sui nuovi e vecchi iPhone

Il prossimo mese si terrà la WWDC 2019 dove Apple svelerà qualche particolare in più sul prossimo sistema operativo degli iPhone

ios 13

Antonino Caffo

-

La conferenza WWDC di Apple dedicata agli sviluppatori si avvicina e con essa le informazion sulle novità più interessanti di iOS 13. Come di consueto, Apple riserva ai suoi developer la possibiità di toccare con mano, prima del rilascio ufficiale, le nuove funzionalità del sistema operativo che potenzia iPhone e iPad, al fianco del quale dovrebbe posizionarsi il rinnovato watchOS e tvOS, rispettivamente per Apple Watch e Apple TV.

Una nuova serie di indiscrezioni arrivano da Bloomberg, che afferma i precedenti chiacchiericci secondo cui iOS 13 presenterà una modalità Dark a livello di sistema, applicazioni di default ridisegnate, tra cui Posta e Note e un multitasking migliorato per l'iPad. Il report racconta qulalcosa in più sull'aggiornamento, che includerà anche un update per Messaggi, che permetterà agli utenti di impostare un nome visualizzato e un'immagine del profilo, in maniera simile a quanto accade per WhatsApp. Questo sarà accompagnato da una nuova opzione per la tastiera in stile SwiftKey, che consentirà di scorrere le lettere senza muovere un dito, proprio come la GBoard.

Il sistema operativo vedrà anche la fusione di Trova i miei amici e Trova il mio iPhone in un'unica app conosciuta internamente come "GreenTorch". Sebbene tale notizia non sia poi così eccitante, c'è chi fa notare che potrebbe essere accompagnata dall'arrivo di nuovi hardware simili a un beacon, da collegare a dispositivi differenti, magari zaino e borse. Un altro aspetto importante sarà la salute, con Bloomberg che afferma che l'app nativa di Apple avrà un nuovo design per la homepage, per descrivere meglio le attività quotidiane.

Il mega aggiornamento vedrà anche un ritocco dell'app Sonno, nuove animazioni di multitasking e miglioramenti alla velocità generale del sistema operativo. Ma all'interno di iOS 13 potrebbe nascondersi molto del futuro di Apple. Pare infatti che sarà questo il primo software a supportare, ufficialmente, la rete 5G, aprendo dunque la strada all'arrivo dei primi melafonini con rete di nuova generazione entro il 2020, cioè prima del rilascio di iOS 14, a settembre del prossimo anno.

E se questo non è sufficiente per stuzzicare l'appetito, Bloomberg ha anche alcune informazioni su MacOS 10.15 e watchOS 6.0. Il più grande cambiamento alla prossima versione di macOS sarà la possibilità di eseguire app per iPad. Al WWDC, Apple prevede di rilasciare un kit di sviluppo (SDK) con cui gli sviluppatori potranno trasferire facilmente le proprie app per iPad verso il Mac. Per il momento vi saranno versioni differenti ma arriverà il giorno di una sorta di applicazioni universali, così come è oggi per iPhone e iPad. macOS 10.15 includerà anche una funzione denominata "Sidecar", che offre supporto nativo per l'utilizzo di un iPad come display esterno , una rinnovata Apple Music.

watchOS 6, tra i protagonisti della WWDC il 3 giugno, porterà sul polso, per la prima volta, un App Store indipendente; una nuova app Libri per dedicata agli audiolibri e persino una calcolatrice. Come è chiaro, il WWDC sarà in gran parte focalizzato sul software ma Bloomberg fa notare che Apple mostrerà alla convention anche i nuovi Mac Pro assieme ad un monitor esterno, nome in codice J290, di cui si sa davvero poco.

© Riproduzione Riservata

Commenti