Smartphone & Tablet

iOS 12: come sarà il nuovo sistema operativo di Apple

Aspetto, funzionalità, sicurezza: tutto quello che c'è da sapere sul nuovo sistema operativo tascabile della Mela, disponibile dal prossimo settembre

iOS 12

Roberto Catania

-

Apple ha approfittato della tradizionale conferenza con gli sviluppatori per fornire qualche anticipazione su iOS 12, il sistema operativo che dal prossimo mese di settembre equipaggerà i nuovi (e i vecchi) iPhone, iPad e iPod.

Molte le novità sul piatto, sia sul piano “cosmetico”, che su quello funzionale, anche se la vera sorpresa arriva sul fronte delle prestazioni: sovvertendo una regola generale secondo cui la nuova versione è sempre più pesante della precedente, Apple ha infatti promesso un miglioramento generalizzato della velocità del suo firmware, anche quando installato su dispositivi più datati. Le stime dichiarate dal produttore appaiono incoraggianti: si parla di una riduzione fino al 50% della velocità di apertura della app, miglioramento della reattività alla scrittura del 50%, avvio della fotocamera fino al 70% più rapido.

Screen Time: ora i genitori possono controllare il tempo speso dai figli davanti allo schermo

Rispondendo a tutta una serie di istanze riguardanti le fasce di utenza più giovane, Apple ha deciso di introdurre su iOS 12 alcuni strumenti per controllare il tempo speso sui propri dispositivi. I più importanti sono stati racchiusi all’interno di Screen Time, una nuova funzione che fornisce agli utenti, e in particolare ai genitori, informazioni dettagliate per comprendere quanto tempo trascorrono sul web (e sulle app) i propri figli.

I resoconti giornalieri e settimanali mostrano il tempo totale trascorso nelle singole app, l’utilizzo di una determinata categoria di app, quante notifiche arrivano e persino quante volte si prende in mano l’iPhone o iPad. Usando la funzione “In famiglia” di iCloud, i genitori possono consultare questi report direttamente dal proprio dispositivo, nonché impostare orari per limitare l’uso del dispositivo iOS.

Non disturbare diventa più intelligente

iOS 12 include alcune opzioni per la gestione “fine” delle notifiche: è possibile fare in modo che gli avvisi arrivino senza suoni, disattivarli del tutto o ancora raggrupparli per poterli leggere in modo cumulativo.

La nuova versione del sistema operativo introduce anche una nuova modalità Non disturbare che può essere programmata in base a un’ora, a una posizione o a un’azione predefinita. Con l’opzione Non disturbare durante il sonno, inoltre, l’iPhone entra automaticamente in modalità quiescente (notifiche nascoste, luminosità del display ridotta) durante le ore notturne, fino a un nuovo comando al mattino.

Nuovi strumenti per le app in realtà aumentata

ARKit, la piattaforma per lo sviluppo di applicazioni in reatà aumentata, si arricchisce di nuovi strumenti per l’acquisizione e il rilevamento degli oggetti, nonché per il tracciamento e la geolocalizzazione.

Novità anche sul fronte della condivisione: l’impiego di un nuovo formato file aperto (usdz) progettato in collaborazione con Pixar, consente l’utilizzo delle AR anche all’interno delle app native come Messaggi, Safari, Mail, File e News. 

Crescono le animoji, arrivano i memoji

Le animoji, le faccine animate basate sui movimenti del volto catturati dalla fotocamera frontale, si arricchiscono di nuovi personaggi (fantasma, koala, tigre e tirannosauro) e nuove funzioni che migliorano le capacità espressive. Con la nuova versione di iOS, ad esempio, sarà possibile strizzare l’occhio e rilevare i movimenti della lingua.

Oltre alle nuove Animoji, è da registrare l'arrivo delle cosiddette Memoji, trasfigurazioni animate della persona customizzabili in base a set di caratteristiche somatiche proposte dall’interfaccia.

Per gli amanti della messaggistica “creativa” non mancano filtri, etichette e fumetti per corredare foto e video condivisi su iMessage.

FaceTime permette ora di fare videochiamate di gruppo

FaceTime risponde a WhtsaApp annunciando l’arrivo delle chiamate e videochiamate di gruppo. I partecipanti - spiega la società di Cupertino - potranno aggiungersi in qualsiasi momento, arrivare più tardi se la conversazione è ancora in corso, e scegliere se parlare in video o con solo l’audio via iPhone, iPad, Mac o Apple Watch (quest’ultimo solo con FaceTime audio).

Siri migliora le traduzioni e la personalizzazione dei comandi

Siri può ora tradurre in oltre 40 coppie di lingue, e promette risposte più pertinenti su tematiche di interesse vario (sport, celebrità, cibi e nutrizione). Al maggiordomo virtuale di Apple si potrà chiedere anche di recuperare le foto preferite in base a persone, luoghi, eventi, argomenti e data di scatto.

Ma la novità più importante riguarda forse l’arrivo delle cosiddette Shortcuts, scorciatoie che consentono di arrivare meglio più rapidamente alle funzioni desiderate (ad esempio iniziare un allenamento pomeridiano). Decisiva, in questo senso, la possibilità di personalizzare i comandi, impostando semplici comandi vocali per creare una serie di azioni partendo da diverse app.

Più facile orientarsi fra le foto

Nella nuova sezione Per te vengono radunati i migliori "momenti" fotografici, fra cui Ricordi e Album condivisi su iCloud. iOS introduce anche alcuni suggerimenti automatici per la condivisione delle foto con gli amici e la ricerca di particolari item in base a eventi, persone, luoghi, gruppi e categorie, con la possibilità di combinare più chiavi di ricerca.

Un sistema antitracking contro i pulsanti social

Utilizzando Safari per navigare su Internet si può impedire che i pulsanti “Like” o “Condividi”, nonché i widget per commentare sui social network, tengano traccia delle attività online senza permesso.

Il browser di Apple fornisce inoltre informazioni di sistema semplificate durante la navigazione per evitare che le attività vengano tracciate in base alla configurazione del sistema e aggiunge nuove opzioni per creare, inserire e archiviare in automatico password sicure quando si aprono nuovi account online.

Tutte le novità per le app native

Apple Books si presenta con un look rinnovato e nuove opzioni per la ricerca di libri e audiolibri. Dalla sezione Book Store è ora più agevole navigare tra le classifiche, le raccolte selezionate dalla redazione e le offerte speciali.

Alcune app disponibili fino ad oggi solo su iPhone (è il caso di Borsa e Memo Vocali) arrivano anche su iPad, con la possibilità - via iCloud - di sincronizzare i contenuti prodotti su dispositivi diversi. L’app Wallet su iPhone e Apple Watch diventa compatibile con i tesserini di identificazione degli studenti (si comincia ovviamente dagli Stati Uniti).

Novità anche per gli automobilisti che dispongono di una vettura con CarPlay integrato: collegando un dispositivo aggiornato ad iOS 12 sarà possibile radunare le app di terze parti (nonché quelle della casa costruttrice) all’interno di un unico punto.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Apple iPad 9.7'' (2018): la recensione

Un tablet economico e potente. Che rischia di ammazzare la concorrenza. Anche quella in casa Apple

Perché Apple ha bisogno di un iPhone economico

Attesa alla conferenza WWDC la seconda generazione di iPhone SE, con display da 6,1 pollici e dual-sim

GDPR: cosa cambia per gli utenti Apple

Dal download dei dati alla richiesta di revoca e cancellazione degli account: le policy della Mela a pochi giorni dall'introduzione del nuovo regolamento europeo

Commenti