Smartphone & Tablet

Galaxy Note9: ecco cosa sappiamo

Archiviato l’S9 andiamo già oltre pensando a come sarà la prossima punta di diamante della serie col pennino

galaxy note 9 italia

Antonino Caffo

-

Siamo solo al quarto mese ma il 2018 si è già posto come anno entusiasmante per tutto il reparto mobile. Poche innovazioni estetiche ma tanta sostanza sotto la scocca. E non è ancora finita: dopo Galaxy S9 e Huawei P20 Pro, dietro l’angolo ci sono le prossime uscite di Google (Pixel 3), Apple (iPhone XI) e Samsung, con il Note9.

Proprio il phablet della serie col pennino è al centro di un aumento di indiscrezioni importanti nelle ultime ore, tanto che qualcuno addirittura afferma che il classico evento agostano potrebbe essere anticipato, per guadagnare settimane di vendita sulla acerrima rivale di Cupertino.

Cambiamenti evidenti

Anche se è la famiglia “S” quella dedicata al più vasto pubblico, mentre la Note è notoriamente dedicata ai professionisti e utenti più esigenti (anche per via del prezzo), da qualche anno Samsung ha portato i maggiori cambiamenti prima su quest’ultima e poi sui Galaxy S. Pensiamo allo sfortunato Note7, esemplare capace di registrare video in 4K a 30 fps, beneficiare dell’ingresso USB Type-C e di un processore Exynos octa-core.

Oppure il Note8, dove hanno debuttato la doppia fotocamera e una serie di ottimizzazioni per la produttività. Probabile dunque che il Note9 erediti dall’attuale Galaxy S9 (in realtà l’S9+) molte specifiche hardware ma con qualche aggiornamento peculiare.

Cosa aspettarsi

Secondo alcune fonti cinesi, il Note9 dovrebbe avere una batteria più grande, un'unità da 4.000 mAh o 3.840 mAh, in entrambi i casi un importante passo avanti rispetto al precedente, che si era fermato a un’autonomia di 3.300 mAh. Un secondo leak in giro su Weibo, un social orientale a metà strada tra Facebook e Twitter, assicura invece le dimensioni del display: 6,4 pollici di tipo Amoled sempre con rapporto di forme di 18:5:9 ma risoluzione 2K. Tutto qui? Per niente.

Le vere novità

Quelle che su Galaxy S9 e S9+ sono novità che la massa sta imparando ora ad apprezzare, sul nascituro Note9 saranno punti fermi di una rivoluzione anche estetica. Pensiamo alla doppia fotocamera verticale con focale duale; allo speaker stereo e agli AR Emoji. Il punto di distacco sarà il sensore di impronte, che sparirà dal retro del dispositivo per tornare sul fronte.

No, non si tratta di un’imitazione all’attuale Huawei P20 Pro, che pur con il design full view ha conservato uno spazietto per il tastino fisico sul davanti, ma della finalizzazione di quanto mostrato a febbraio dal produttore Vivo, che con Synaptics ha integrato il lettore biometrico in un’area circoscritta dello schermo. In questo modo si salvano capra e cavoli: più semplice e utile usare la sicurezza col dito mantenendo un aspetto tutto touch con cornici molto ridotte.

La scheda tecnica

Basandoci sulle indiscrezioni possiamo tracciare una prima ipotesi di scheda tecnica che andrà aggiornata nel tempo, quando le voci di corridoio diverranno più precise. Per il momento eccola:

  • Nome: Galaxy Note9
  • Processore: Snapdragon 845/Exynos 9810
  • RAM: 6 GB
  • Display: 6,4 pollici 2K Super Amoled
  • Memoria: 64/128 GB
  • Sistema operativo: Android Pistachio 9.0
  • Fotocamera posteriore: dual-cam da 12 megapixel con doppia focale
  • Fotocamera anteriore: 8 megapixel con apertura f/1.7
  • Batteria: 4.000 mAh
  • Extra: AR Emoji, uscita audio stereo, jack per le cuffie, S Pen, riconoscimento del volto (iride + viso), certificazione IP68, ricarica wireless.
  • Prezzo: superiore ai 900 euro.

Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Commenti