Claider, l'app che contatta l'assicurazione

Una procedura tutta digitale per le richieste di rimborso al proprio agente assicurativo

Incidente Auto Assicurazione

– Credits: SolStock

Claider è una App che scrive la denuncia assicurativa al posto dell'utente: in oltre 100 scenari di sinistro, modellizzati grazie all'esperienza dei fondatori con una pluriennale esperienza nella gestione e valutazione dei danni nei sinistri assicurativi, è in grado di guidare l’assicurato nel processo di compilazione della domanda di rimborso alla propria compagnia, con un percorso che va dalla raccolta di foto e documenti utili a descrivere il danno subito o provocato, fino all'invio della denuncia completa e corretta all'assicuratore.

La denuncia si fa al 100% via smartphone (scaricabile per iOs e Android), senza gli inconvenienti derivanti dalla gestione cartacea, con i rischi di illeggibilità, di perdita di fogli e di errori della compilazione manuale. Una delle ragioni del ritardo dei risarcimenti è infatti in genere la lacunosità, l'incompletezza delle denunce, che non descrivono come dovrebbero i danni e la loro entità. 

Oltre a inviare la denuncia o il modulo di constatazione amichevole Claider si propone come canale digitale per lo scambio di informazioni con l'assicuratore e, anche, per le richieste di nuovi preventivi. 

Come funziona? In caso di danno l'App guida passo passo nella compilazione richiesta di risarcimento da inviare al proprio agente assicurativo:

  • Invita a scegliere lo scenario aderente tra i più di 100 preimpostati.
  • Geolocalizza sulla mappa il luogo dell'evento.
  • Aiuta a descrivere il tipo di danno, l'entità e la circostanza in cui è avvenuto.
  • Indica le informazioni personali e i dati della polizza da inserire per una denuncia corretta.
  • Permette di inserire i dati delle persone coinvolte, feriti o testimoni semplicemente scattando una foto ai loro documenti (dalla primavera 2018).
  • Suggerisce le cose importanti da documentare per la specifica situazione.
  • Fa acquisire le immagini fotografiche più indicate per il tipo di incidente.
  • Mostra il riepilogo della denuncia.
  • Dopo l'opportuno controllo, la denuncia è pronta per l'invio all'assicuratore.

La App Claider è gratuita per gli utenti, mentre il gestionale web proposto alle Compagnie di Assicurazione dirette, ai Broker ed agli agenti per la gestione delle pratiche, è a pagamento, con un piccolo canone proporzionale al numero polizze.

Particolarmente interessante il procedimento attuato da Claider (che adotta una procedura analoga alla firma digitale) per la parte di evidenza fotografica. Ogni foto se scattata in presenza di connessione alla rete, viene resa immodificabile, conservata e viene garantito che non abbia subito alterazioni (dallo scatto al suo eventuale utilizzo in giudizio). Vengono altresì garantiti l’autore, la collocazione temporale (c.d. data certa) e la geolocalizzazione del luogo al momento dello scatto. Le foto dei danni e della documentazione dei beni danneggiati sono rese immodificabili dall’App e legalmente riconducibili all’autore; da un punto di vista puramente legale i documenti fotografici prodotti con Claider sono quindi idonei a formare piena prova in giudizio ai sensi dell’art. 21, comma 1, del D. Lgs. 82/2005, tenuto conto delle loro caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità (la richiesta di certificazione a norma di legge è in corso).

Il progetto Claider è stato ideato, sviluppato e commercializzato interamente in Italia da un team italiano. Anche se in vista c’è l’allargamento ad altre realtà UE, in primo luogo Germania, Francia, Svizzera. 

E perché l'App si chiama chiama Claider? Lo spiega direttamente il Chairman dell'azienda, Francesco Bertani:

"È un nome di fantasia. Nasce dalle parole inglesi CLAIM (denuncia di danno) e GLIDER (che plana). Una denuncia di danno portata da un soffio di vento, senza sforzo. Come una breve planata con l’aliante o il parapendio, evocato anche dall’ala stilizzata del logo di Claider. Rende l’idea di poter finalmente risolvere la denuncia in modo veloce, semplice e leggero; come una planata senza sforzo col parapendio"

Come passa la prova la vostra App nel caso principe dei rimborsi assicurativi? L'incidente auto?

"Oggi mi trovo a scrivere un modulo sul cofano dell’auto in mezzo alla strada e poi in modo istintivo raccolgo informazioni e cerco di fare delle foto, magari non quelle davvero utili per una denuncia efficace. Quindi devo radunare e mandare il tutto al mio assicuratore. Spesso, senza ovviamente saperlo, dimentico di segnalare delle cose importanti. La verità è che in quel momento non so cosa sia meglio fare. Nessuno me l’ha spiegato prima. Con Claider invece sono guidato dall’App. Mi dice cosa fare, passo passo, proprio in quella situazione. Mi ricorda gli obblighi di legge. Mi guida a selezionare poche voci semplici e precompilate. Sfrutta la tecnologia per geolocalizzare il luogo e descrivere l’incidente spostando con il dito icone di automobiline sulla mappa. Poi mi guida e mi fa fotografare le cose importanti per dimostrare al meglio l’incidente ed i danni occorsi. E le foto che faccio hanno validità legale! In pochi minuti ho finito e la App compila il modulo di constatazione già completo, compreso l’allegato con le foto che dimostrano l’evento. Controllo il tutto e quando do l’ok viene inviato immediatamente il modulo di denuncia a me, ed anche al mio assicuratore, se avevo già inserito il riferimento della sua mail"

Non ci sono già servizi e App forniti dalle Compagnie assicurative?

"Claider è complementare e trasversale alle App delle Compagnie assicurative e dei singoli Broker. Funziona per tutte le polizze di tutte le Compagnie. Ad esempio se ha la polizza auto con un’assicurazione online, quella della sua attività commerciale con un broker e quella della casetta in campagna con l’agenzia assicurativa locale, tutte emesse da diverse Compagnie, con Claider può gestire denunce dei danni e preventivi di tutte contemporaneamente. Basta inserire i riferimenti mail di ogni assicuratore perché Claider sia in grado di inviare a tutti un’ eventuale denuncia ed aprire un canale di comunicazione dedicato"



© Riproduzione Riservata

Commenti