Smartphone & Tablet

Apple Pay: con quali banche funziona in Italia

Gli istituti che hanno già aderito e quelli che verranno. Facciamo il punto sui partner bancari del servizio

Apple Pay

Roberto Catania

-

C'è una notizia buona e una meno buona. Quella buona è che Apple Pay è finalmente sbarcato in Italia, dopo un'attesa di quasi tre anni. Quella meno buona è che al momento sono poche le banche in grado di supportare il servizio.

Per ora, di fatto, l’unico fra i grandi istituti ad aver sposato il sistema di e-payment di Apple è Unicredit: tutti i correntisti possono fin da subito pagare con l'iPhone o altro dispositivo compatibile associando una delle tante carte di credito, debito e prepagate della banca al proprio Wallet. 

• LEGGI ANCHE: Come attivare Apple Pay su iPhone e Watch con una ricaricabile Unicredit

Molto meno noto il secondo partner ufficiale dell'iniziativa, Carrefour Banca, banca partecipata per il quasi 40% da Bnp Personal Finance France integrata all'interno dei supermercati e ipermercati dell’omonimo brand francese.

Con due sole banche supportate, Apple rischia di precludersi in partenza una bella fetta di possibili clienti, ma la società di Cupertino ci tiene a rassicurare tutti circa la volontà di estendere il numero di partner affiliati. Banca Mediolanum, American Express, CartaBCC, ExpendiaSmart, Fineco, Hype, N26 e Widiba saranno i prossimi a salire a bordo, poi si vedrà.

"Le banche devono avere il tempo di attrezzarsi per integrare le procedure e i nostri requisiti di sicurezza", ci spiega Jennifer Bailey, Vice President, Internet Services e Apple Pay. "Quando abbiamo lanciato il servizio negli Stati Uniti, nel 2014, potevamo contare solo su 6 banche, oggi siamo già a 3500 istituiti".

Per chi non volesse aspettare troppo, la soluzione comunque c'è. Si chiama Boon, ed è nella forma e nella sostanza un’applicazione (scaricabile da App Store) che permette di creare una carta di credito virtuale ricaricabile con un comune bonifico bancario o mediante altra carta di credito. Il tutto a un costo tutto sommato ragionevole: 1 euro al mese. L’unico vero limite di questa opzione sta nelle soglie massime di ricarica, pari a 2.500 euro all'anno per le vesione basic, e 24.000 euro all’anno per quella Plus.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Apple Pay: come pagare nei negozi con l'iPhone - VIDEO

Abbiamo provato il nuovo sistema di pagamento di Apple in un bar di Milano. Ecco com'è andata

Apple Pay come attivarlo su iPhone (e Watch)

La guida - passo dopo passo - per abilitare il nuovo servizio di pagamento di Apple. Da qualche ora disponibile anche in Italia

Apple Pay, tutto quello che c'è da sapere

Come funziona, come si attiva, quali banche aderiscono: tutto sul nuovo sistema di pagamento di Apple. Da qualche giorno disponibile anche in Italia

Apple Pay, Android Pay, Samsung Pay: ecco le differenze

I nomi sono simili ma le soluzioni dei tre big guardano a mezzi di pagamento e pubblici diversi. Con PayPal pronta a fare la sua mossa

Commenti