Smartphone & Tablet

Android 10, ecco come sarà

Si chiama Android Q la decima versione del sistema operativo per smartphone più diffuso al mondo con queste novità

android q

Antonino Caffo

-

La prima versione beta di Android Q è disponibile. Si tratta di un software non raccomandato per il pubblico ma dedicato agli sviluppatori, utile però per capire dove e in che modo cambierà il sistema operativo più diffuso al mondo in ambito smartphone.

Google ufficializzerà Q alla conferenza I/O del 7 maggio, dove dovrebbe annunciare anche la possibilità di installare la beta su altri terminali piuttosto che i soli Pixel. Non a caso, durante la I/O del 2018, proprio Big G aveva allargato il testing a Essential Phone, Nokia 7 Plus, OnePlus 6, Oppo R15 Pro, Sony Xperia XZ2, Vivo X21 e Xiaomi Mi Mix 2S. Le novità per il 2019 potrebbero essere Samsung, LG e Huawei.

Cosa cambia


Ora che l'anteprima degli sviluppatori è stata rilasciata, abbiamo ulteriori informazioni su quali sono le nuove funzionalità in Android Q. Non sono tutte ma le più importanti:
  • Registrazione nativa dello schermo: una volta attivata, una pressione prolungata del pulsante Screenshot può attivare uno screencast, con o senza voce fuori campo, con i tocchi sul display visibili
  • Nuova icona della batteria in Impostazioni che indica quanto tempo resta per la durata
  • Aggiunta la possibilità di condividere reti Wi-Fi tramite un codice QR
  • Menu Condividi rinnovato e più veloce con anteprime di ciò che si sta condividendo
  • Azioni più rapide sulle notifiche: quando si estende la barra, si avrà ossibilità di Bloccare, Mostrare Silenziosamente o Mantere gli avvisi
  • Un nuovo pulsante di scelta rapida di emergenza è disponibile in Opzioni risparmio energia
  • Modalità desktop
  • Autorizzazioni aggiornate che consentono di distinguere tra un'app attiva o in esecuzione in background
  • Supporto per display pieghevoli

Oltre a queste, potrebbe esservi a bordo di Android 10 Q una grossa sorpresa: l'addio al pulsante Indietro. Stando ad alcune schermate individuate da XDa Developerso, la funzione di tornare alla pagina o all'app precedente potrebbe essere delegata ad una gesture del bottone Home.

Già in Android 9 Pie avevamo personil pulsante delle app reenti (reintegrato da alcune aziende, come Samsung), e adesso a rischio c'è anche questo. Un cambiamento sostanziale, che avvicinerebbe l'OS alla piattaforma iOS, dove l'unico modo per tornare Indietro è cliccare sulle frecce in alto presenti su app e voci del menu.

Android 10 ha ottenuto la sua prima menzione nel novembre del 2018 durante l'Android Developer Summit, quando la società ha confermato che il sistema operativo avrebbe dato un supporto nativo alle app per dispositivi pieghevoli, di fatto anticipando le presentazioni del Galaxy Fold e del Mate X di Huawei. Stando a tale novità, le applicazioni possono passare senza interruzioni ad un layout allargato, a mo' di tablet, sicuramente più comodo e coinvolgente.

© Riproduzione Riservata

Commenti