Google e le dieci password peggiori da usare online

Dal nome del vostro cane a quello del figlio fino alla parola "password". Un curioso articolo del Time riprende un'indagine altrettanto curiosa di Google Apps

Ilaria Molinari

-

“Il migliore amico dell’uomo (il cane) fa un lavoro esemplare nel proteggere la tua casa. Ma quando deve proteggere i tuoi account su internet, il tuo amato cane è letteralmente la peggiore scelta possibile”. Inizia così un curioso (e interessante) articolo di Fox Van Allen sul sito del Time .

Il tema è deducibile: quali sono le password da non scegliere per i nostri account su Internet. La risposta viene da uno studio realizzato da Google Apps su 2 mila persone con lo scopo di capire meglio come scelgono le password. Il risultato è preoccupante: la maggior parte delle persone sceglie password basate su informazioni disponibili anche agli altri. Con un’ovvia conseguenza: l’estrema facilità di veder hackerati i propri account.

Ecco quindi la lista delle principali dieci password da NON usare (ma che sono tra le più usate):
- il nome dei propri animali domestici


- una data conosciuta ai più, come per esempio l’anniversario di matrimonio

- il nome di un figlio

- il nome di un membro della famiglia

- il giorno del proprio compleanno

- una vacanza perferita

- qualcosa che abbia a che fare con la vostra squadra del cuore

- il nome di una persona a voi cara

- la parola “password

-----------------------------

Leggi l'articolo integrale: Google Reveals the 10 Worst Password Ideas

© Riproduzione Riservata

Commenti