Cybercrimini: il dizionario del web pirata

Da Backdoor a Trojan le parole che ci spiegano i crimini in rete

Redazione

-

Backdoor È un accesso nascosto, una «porta sul retro» spesso aperta da un software contenente un virus (malware), che consente a un hacker di entrare in un sistema o in un computer all’insaputa del proprietario.

Botnet illegale Fusione delle parole «robot» e «network»: identifica una rete di computer infettati, «zombie», controllabili da un unico soggetto.

Click fraud Frode informatica che induce un utente o una rete di computer ad aprire con l’inganno un link, per esempio un banner pubblicitario, o a cliccare in massa «mi piace» su una pagina Facebook.

Cracker È la versione criminale dell’hacker. Sfrutta le competenze in ambito informatico per trarne profitti e vantaggi in modo illecito.

DDOS Abbreviazione di «Distributed Denial of Service», identifica un massiccio attacco informatico realizzato tramite una botnet. Un effetto tipico è rendere inaccessibile un sito web destinatario dell’attacco.

Hacker Esperto di computer capace di aggirare i sistemi di sicurezza informatica e di entrare nei sistemi di enti, aziende, istituzioni o semplici utenti. Non necessariamente ne trae un beneficio personale.

Keylogger Programma invisibile che rileva e conserva tutto ciò che viene digitato su un pc o uno smartphone. Può anche trasmettere le informazioni spiate a un altro computer a intervalli regolari.

Malware Fusione di «malicious» e «software», identifica tutti i programmi creati allo scopo di danneggiare o infettare uno o più computer.

Phishing Truffa realizzata di regola via email da mittenti malintenzionati che fingono di essere banche, siti di e-commerce o quotati fornitori di servizi online, spesso imitandone i loghi. Lo scopo è ottenere password o numeri della carta di credito dai destinatari dei messaggi.

Trojan Come il famoso cavallo di Troia di Ulisse, è una trappola: ovvero un programma nascosto in software o in altri contenuti (film, foto, giochi) che l’utente apre infettando il suo pc a sua insaputa.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Hacker, come fanno a sapere tutto di noi

Non ci sono solo i cracker siriani che fanno crollare Wall Street con un tweet. La sicurezza è sempre sotto attacco. Kit per diventare pirati fai da te oggi sono facilmente reperibili in Rete a prezzi stracciati. E ancor più facile è assoldare un «bandito» che per pochi euro viola mail e social network. Anche se il loro alleato migliore è sempre la nostra ingenuità.

Le volanti della Polizia arrivano sul web

Lo annuncia il comandante Antonio Apruzzese sulle pagine del Corriere. Niente leggi speciali ma una task force più competente

Il Grande fratello antiterrorismo

Migliaia di telecamere gestite da supercomputer: riconoscono i volti, trovano i ricercati in mezzo alla folla, analizzano e interpretano i comportamenti umani. Viaggio nella tecnologia che permetterà di individuare in tempo reale attentatori come i due fratelli di Boston. E nello Utah un centro ultrasegreto spierà tutto il mondo. Per catturare terroristi prima che entrino in azione. In stile «Minority report».

Commenti