Mytech

Perché Netflix propone dei piani che non esistono (per ora)

Nel catalogo spuntano le nuove proposte (Ultra) da 16.99 e 19.99 euro. Ma è solo un test per capire qual è la propensione verso nuovi servizi premium

Netflix

Sorpresa. Netflix ha dei nuovi piani ad abbonamento. Anzi no. Per il momento l’offerta è solo sulla carta, un sorta di esperimento molto realistico (forse anche troppo) per capire se e quanto gli utenti sono disposti a pagare per nuovi servizi Premium.

I fatti - In questi giorni i nuovi utenti che stanno cercando informazioni sull’ormai popolare servizio di streaming si stanno imbattendo in nuove tariffe che superano - per qualità (e prezzo) - l’attuale offerta Premium. I piani, denominati Ultra, costano 16.99 euro o 19.99 euro e includono HDR, Dolby Atmos e fino quattro dispositivi utilizzabili in simultanea.


Netflix Ultra

La sorpresa arriva al momento della sottoscrizione. Chiunque provi ad aderire a una delle nuove tariffe Ultra scopre di aver pagato di meno (13.99 euro, praticamente lo stesso prezzo dell’attuale profilo Premium), pur beneficiando di tutti i servizi proposti all’interno dell’informativa.

Cosa dice Netflix - Il motivo di questa distonia? Lo spiega direttamente Netflix in un statement ufficiale: "In Netflix testiamo continuamente cose nuove e questi test variano tipicamente in base alla durata. In questo caso, stiamo testando soglie di prezzo e caratteristiche leggermente differenti per capire meglio come viene valutato il servizio dai consumatori. Non tutti vedranno queste tariffe di prova e potremmo anche non offrire tariffe e caratteristiche specifiche incluse in questo test".

L'offerta (reale) per i clienti - Nulla di vero, insomma. Netflix ha modificato il suo catalogo aggiungendo nuove offerta più ricche solo per saggiare la disponibilità dei consumatori a (sovra)pagare delle opzioni migliorative. Alla resa dei conti, le offerte di streaming sottoscrivibili al momento rimangono tre: la Base, da 7.99 euro, la Standard, 10,99 euro e la Premium, da 13.99 euro. A quest’ultima vengono ricondotte anche le nuove offerte “fantasma” da 19,99 euro o 16.99 euro, con la sola differenza rappresentata dall’aggiunta delle opzioni HDR o Dolby Atmos o la visione di 4 dispositivi (che in pratica vengono regalate senza alcun sovraprezzo).

Cosa succederà ora - Difficile dire se l’esperimento abbia sortito l’effetto desiderato e se nei prossimi giorni Netflix introdurrà (questa volta per davvero) le nuove offerte Ultra. Quel che è certo è che in questo momento in pochi stanno capendo le novità del tariffario dell'azienda: un’offerta che si rivela diversa da come viene presentata rischia di rivelarsi poco trasparente e dunque confusionaria. Anche se, come in questo caso, la realtà è più vantaggiosa della promessa.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Cosa offrono (in più) le tv "raccomandate" da Netflix

Dal risveglio rapido al tasto Netflix sul telecomando: quali requisiti devono avere le tv che puntano a offrire la migliore esperienza di streaming

Parla Mister Netflix

Italiani, a me gli occhi, i vostri telecomandi, i cellulari, i computer: vi stupirò. Intervista a Reed Hastings, padrone globale di film e serie tv. Su Panorama in edicola il 29 marzo

Alexa & Katie: l'amicizia sfida il cancro nella nuova serie di Netflix

Due adolescenti, il primo anno di liceo e un peso insopportabile. Che solo l'amicizia può rendere più "leggero"

Commenti