Mytech

Multi, l'ascensore del futuro è senza cavi

Oltre a salire in verticale potrà muoversi in orizzontale negli edifici. Tutto merito di un motore nelle cabine che lo renderà anche meno inquinante

L'ascensore del futuro

Marco Morello

-

Le porte si aprono. «Mi scusi, sale o scende?» chiede lui. «No, veramente proseguo dritto verso destra» risponde l’altro. Questo dialogo assurdo tra chi già è a bordo di un ascensore e chi si appresta a prenderlo, tra un paio d’anni potrebbe avere pienamente senso. Nel 2016, infatti, dovrebbe essere maturo per la prima fase di test Multi, la rivoluzione di un meccanismo uguale a se stesso da oltre a un secolo e mezzo ma che pare finalmente pronto a un enorme salto di qualità. Un salto orizzontale, per essere precisi.

Multi, infatti, è anche l’abbreviazione di multidirezionale. Oltre a spostarsi in verticale come succede oggi, le cabine potranno circolare da un lato all’altro dello stesso piano. Di più: grazie alla presenza di un motore ad hoc in ognuna, faranno a meno dei grossi cavi che oggi le issano fino al cielo o le riportano a terra.

Il vantaggio è sostanziale: nello stesso tunnel potranno circolare più ascensori in contemporanea. Ci penserà un sistema evoluto di freni e un cervellone a regolare il traffico. Guidano treni e metropolitane i computer, figuriamoci non possano riuscirci con un dispositivo che al confronto, come variabili sul tappeto, scomoda appena l’abc dell’elettronica.

L’idea è venuta al colosso ThyssenKrupp, un veterano nel settore. Che con questo sistema, illustrato nel video qui sotto, conta di sommare due benefici: raddoppiare la capacità di persone trasportabili a parità di distanza percorsa in un edificio e, di riflesso, dimezzare l’impronta sull’ambiente di ogni rete di ascensori.

Non solo. Anche gli architetti dovranno ringraziare. Quando il sistema entrerà a regime, non saranno più vincolati a grattacieli slanciati obbligatoriamente verso l’alto per consentire agli ascensori di sfrecciare al loro interno. I loro studi potranno elaborare progetti con sviluppi a zigzag. Sperando non eccedano troppo con licenze creative e virtuosismi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Aerei, treni, spazio: viaggio nei trasporti del futuro

Come cambierà il nostro modo di spostarci secondo Paul Priestman, il designer che ha progettato la metropolitana di Londra in servizio dal 2022

Londra, la metropolitana del futuro - Le foto

I nuovi vagoni arriveranno nel 2022, avranno il Wi-Fi a bordo e un look ripensato ma fedele alla tradizione della gloriosa Tube

Così diamo la caccia a chi ruba i vostri soldi

Viaggio nel centro anti-frode israeliano di Rsa. Dove hacker ed esperti di sicurezza combattono i pirati che minacciano conti bancari e carte di credito

Ecco come saranno i musei del futuro

Tra realtà virtuale, Google Glass e stampa 3D, visita guidata alle mostre di domani e ai primi esperimenti in corso

Commenti