Mytech

Google ti farà pagare le bollette da Gmail

Ecco come funziona Pony Express, il servizio che permetterà di ricevere (e pagare) cedolini di varia natura direttamente dall’account di posta

Pony Express Cover

Roberto Catania

-

Il nome del progetto - Pony Express - potrebbe trarre in inganno. In ballo, meglio precisarlo, non c’è infatti un servizio di consegne a domicilio, ma un sistema per pagare in modo semplice ed immediato i bollettini postali.

Stiamo parlando dell’ultima idea di Google, in rampa di lancio per la fine dell’anno come sempre a partire dagli Stati Uniti. A svelarne i dettagli l’autorevole Re/Code, che parla di un servizio tutto nuovo che permetterà di ricevere (e pagare) cedolini di varia natura direttamente da Gmail o Inbox.

 

In realtà, a parte qualche screenshot illustrativo, non si conoscono ancora tutti i particolari dell’iniziativa. Non si sa, ad esempio, se Google applicherà una qualche commissione sul servizio, o se invece farà in modo che l’introito arrivi dai consueti adwords pubblicitari incorporati nell’email.

Di certo, per usufruire del servizio occorrerà inserire le proprie credenziali (nome, cognome, indirizzo, riferimenti della tessera di previdenza) e il numero di carta di credito da utilizzare per la transazione. Sempre secondo la fonte, Pony Express consentirà anche di condividere le bollette anche fra due utenti Gmail, sfruttando un sistema di tariffazione automatizzato.

Non è la prima volta che il mondo del Web cerca di creare un sistema facile ed efficace per canalizzare tutti pagamenti di routine. Rispetto a tutti i servizi analoghi del recente passato (citiamo a titolo di esempio Manilla, Check, PaySwift) Google potrà sfruttare la pervasività di un sistema di email che ad oggi conta più di mezzo miliardo di utenti.

La notizia dell’arrivo di Pony Express arriva a pochi giorni dall’annuncio di un nuovo servizio pilota targato Facebook che permetterà di trasferire denaro direttamente da Messenger. Per le Web company, è evidente, è giunto il momento di portare i pagamenti digitali all’interno delle grandi piattaforme di comunicazione. Una volontà che si scontrerà inevitabilmente con una serie di problematiche legate al tema della sicurezza e del rispetto della privacy.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gmail, 10 anni dopo: ecco come, in piccolo, ha cambiato le nostre vite

Il servizio di Google, nato l'1 aprile del 2004, ha costruito una torre di ricordi digitali sempre a disposizione. Che ci ricordano come eravamo

Account Gmail rubati: ecco perché Google non c'entra

Il file con cinque milioni di nomi utente e password gira in rete da qualche ora e sarebbe opera di criminali russi. Ma non è detto che il problema sia a Mountain View

L'app di Gmail gestirà anche Yahoo e Outlook

L'aggiornamento che verrà rilasciato a breve, solo per Android, supporterà anche account diversi

Gmail Inbox, 5 cose da sapere

Una nuova app Google che promette di semplificare la gestione dell'account, utilizzando un approccio simile a quello di Now. App di Gmail presto in pensione

Commenti