Mytech

CES 2019, le novità hi-tech più attese

Ecco cosa ci aspettiamo dalla fiera di Las Vegas, che prenderà il via la prossima settimana: 5G, VR e smart home i settori principali

ces 2019

Antonino Caffo

-

Ci ritroviamo ogni anno a ipotizzare cosa di interessante porterà il Consumer Electronic Show di Las Vegas. Tra decine di buzz word che servono solo a fare tendenza ma senza apportare nulla di realmente significativo alla tecnologia quotidiana, l'edizione 2019, dall'8 all'11 gennaio con succose anteprime, si appresta ad essere tra le più importanti della storia recente.

Il punto di partenza è sicuramente il 5G, base su cui costruire tutta la connettività globale del futuro. Ma non solo: auto intelligenti, assistenti vocali, divertimento virtuale e domestico, sono molti gli spunti attesi oltreoceano e di seguito vi elenchiamo i nostri.

5G: gli smartphone del futuro

La più grande rivoluzione mobile dal 3G in poi è dietro l'angolo. Già sappiamo che il 5G porterà vantaggi non solo nelle velocità di connessione ma nella qualità. I telefonini saranno tra i primi depositari di questa sorta di nuova era, con l'abilitazione di comunicazioni migliori tra altri oggetti collegati e un raggio di azione più lungo, che non soffrirà di latenze.

Dal CES 2019 ci aspettiamo di vedere molte notizie dai produttori di componenti, specialmente da Intel, visto che la concorrente diretta Qualcomm ha presentato già la sua roadmap a dicembre. Ma non solo hardware: a Las Vegas i principali operatori del settore, mostreranno come la tecnologia possa far svoltare l'umanità verso servizi migliori, proprio grazie al 5G, tra cui la salute e la vita civile.

La realtà virtuale

Il VR è forse il Godot della tecnologia di consumo. Per anni acclamato come segmento capace di dar vita a nuove modalità di interazione in ambito di intrattenimento e non solo, ad oggi la realtà virtuale rappresenta ancora una nicchia per gli appassionati di videogiochi e poco altro. Difficilmente il vento potrà cambiare a breve anche se il 2018 verrà ricordato per la volontà dei big, come Oculus, di produrre oggetti più appetibili per la massa (Oculus Go), così da invogliare un pubblico più ampio all'ingresso nei mondi magici tridimensionali. Molto lo faranno anche i dispositivi mobili nel più stretto senso del termine: Android con l'ampliamento della piattaforma ARCore e Apple con ARKit, più indirizzati alla realtà aumentata però e non VR.

Le auto del futuro sono già qui

Il settore automobilistico e dei trasporti è diventato una presenza sempre più importante al CES negli ultimi anni. Le case investono nelle innovazioni tecnologiche e nell'elettronica di consumo come mai prima d'ora. Una serie di tendenze chiave stanno già iniziando a emergere prima dell'evento: tra queste la guida autonoma, che si avvicina ad una "messa in strada" vera e propria e la nuova generazione dei computer di bordo, impregnati di realtà aumentata e tecnologie di assistenza avanzata. E poi i veicoli elettrici, che anche in Italia assumono una valenza fondamentale, a seguito degli incentivi statali.

La casa connessa

La smart home è stata protagonista indiscussa del CES 2018. Questa volta, il consolidamento passa per l'installazione, praticamente ovunque, di elementi capaci di dialogare tra di loro, per ampliare le possibilità di assistenza dentro la casa. Dalle serrature delle porte alle telecamere, dai microonda agli orologi da parete, il vecchio concetto di focolare domestico è destinato a trasformarsi in qualcosa alimentato da una presa elettrica e dotato di un antenna wireless. 

La domotica è l'unica categoria in cui ogni azienda, grande o piccola che sia, ha qualcosa in ballo. Detto questo, le grandi aspettative sono su due dei nomi più grandi: Amazon e Google, con i rispettivi progetti Alexa e Home che promettono di insediarsi in ogni angolo dell'appartamento.

Le TV intelligenti

Un altro anno, un'altra risoluzione da sognare e immaginare. Il momento è quello giusto per l'8K, tecnologia già concretizzata da Samsung e capace di spiegare davvero cosa voglia dire avere un sistema di upscaling installato in un televisore. Nel 2019, aspettiamoci di assistere a un ampliamento dell'offerta successiva al 4K, anche se di contenuti idonei a goderne, in maniera nativa, non ne abbiamo. Eppure il futuro delle trasmissioni guarda a questo limite: pagare oggi un prezzo eccessivo però non serve, conviene attendere, qualunque prodotto arrivi a Las Vegas.

Gli smartphone

Il CES non è mai stato un appuntamento cruciale per gli smartphone. Il motivo è semplice: poco più di un mese dopo Barcellona ospita il Mobile World Congress, questo si, palcoscenico preferito per la tecnologia da taschino. La costa californiana potrebbe però essere un buon trampolino di lancio per sperimenti sui display pieghevoli, che si concretizzeranno con il Galaxy F di Samsung e, più in là, con un esemplare di Huawei.

Del resto, il 2018 è stato uno degli anni più difficili per la telefonia mobile (dopo un 2017 da urlo) e per questo molte aziende sentono la pressione del dover fare qualcosa in più per attirare l'interesse dei consumatori. Strizzare l'occhio al domani è tra i modi migliori per dar seguito a tale esigenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965