Windows-10-apertura
Mytech

Windows 10 arriva il 29 luglio, come prenotarlo subito

Microsoft annuncia la data ufficiale di lancio del suo nuovo sistema operativo. Già oggi ci si può mettere in fila per scaricarlo per primi. Gratis

Qualche settimana fa vi abbiamo suggerito dieci motivi per passare a Windows 10, il nuovo sistema operativo targato Microsoft. Si è parlato a lungo dell’estate come data di rilascio, ora c’è il giorno ufficiale: mercoledì 29 luglio in 190 Paesi, Italia inclusa. Meno di due mesi prima di rimettere la freccina sul tanto amato tasto «start», ciarlare con Cortana, scoprire come l’universo fisso e mobile possono integrarsi e flirtare ancora e meglio tra di loro. 

Windows 10 sarà scaricabile gratuitamente per tutti coloro che sono avanzati fino alle versioni 7 e 8.1 del sistema operativo. Non c’è nessuna fretta: ci sarà un anno di tempo per farlo, fino al 29 luglio 2016, come si legge nella pagina di «Q&A» del sito ufficiale appena aggiornato. E però in questi casi, si sa, in tanti vogliono arrivare per primi: ecco allora che è possibile prenotarlo da subito (con la facoltà di cambiare idea in qualsiasi momento).

Windows-10-Schermata-notifica

– Credits: Da blog.windows.com

Da oggi, lunedì 1 giugno, gli utenti abilitati al passaggio gratuito – nel suo comunicato ufficiale Microsoft parla di centinaia di milioni di persone nel mondo – vedranno comparire una notifica come quella nell’immagine qui sopra. Sarà direttamente sulla barra delle applicazioni del loro attuale sistema operativo. Cliccarci sopra è un po’ come ritirare il biglietto omaggio per l’invito al gran ballo. A tempo debito, il 29 luglio, arriverà una seconda notifica che confermerà l’effettiva disponibilità del software completo e, da allora, lo si potrà installare in ogni momento.

«Con questo aggiornamento» commenta Terry Meyerson, executive vice president di Microsoft «abbiamo voluto iniziare a rendere concreta la nostra visione di personal computing, una visione definita attraverso la protezione e il rispetto delle informazioni personali, le esperienze di mobility tra più dispositivi e le interazioni naturali con tutti i device Windows tra cui il comando vocale, gestuale, la scrittura e gli ologrammi». Già, gli ologrammi. Perché assieme a Windows 10, in arrivo appunto il 29 luglio, c’è una seconda grande scommessa da cui passa il futuro di Microsoft e si chiama HoloLens

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti