Videogiochi

Xbox 720, le cinque cose che possiamo aspettarci

Un intelligenza artificiale parlante tipo Siri, un sistema anti-pirateria che ti obbligherà ad essere sempre online e forse una funzionalità per estendere la schermata alle pareti di casa, ecco le ultimi indiscrezioni sull'attesissima console Microsoft

Xbox-720-IllumiRoom

– Credits: Microsoft Research

Le ultime notizie riguardanti la nuova, attesissima console Microsoft risalgono a quasi un mese fa quando, nella cornice del CES a Las Vegas, il  Chief Technology Strategy Officer di Microsoft, Eric Rudder, ha fatto incursione a sorpresa durante il keynote di Samsung per presentare IllumiRoom , un sistema di realtà aumentata applicata alla televisione che sembrava cucito su misura su una futura console di gioco.

Poi ha regnato un sostanziale silenzio, le balle di fieno hanno rotolato per tutto gennaio, fino a quando, qualche giorno fa, si è diffusa la notizia secondo cui Sony è in procinto di annunciare la sua nuova PlayStation il 20 febbraio, in largo anticipo rispetto alla data che tutti aspettavano (l’E3 di giugno).

È così che, puntualmente, il rubinetto di indiscrezioni che collega Redmond alla Rete condivisa è tornato a gocciolare novità. Ecco le cinque più interessanti.

1. Un sistema di riconoscimento vocale migliorato in stile Siri
Un ragazzo entra nel soggiorno, dice “Xbox accenditi” e sullo schermo del televisore appare l’immagine della partita che ha salvato il giorno prima. Questa è la prospettiva che secondo le indiscrezioni circolate oggi si aprirà con la nuova Xbox. Se tutto va bene, quindi, la nuova console Microsoft disporrà di un miglior sistema di riconoscimento vocale con funzionalità di natural speech recogniton simili a quelle di Siri. Più che una novità, si tratta di un must. I sistemi di riconoscimento vocale si stanno diffondendo in maniera esponenziale, trainati dallo standard imposto da Siri e dai competitor che cercano di farle le scarpe. Tra l'altr, a quanto pare anche la nuova PlayStation disporrà di un sistema simile.
2. Se vuoi giocare, connettiti. Altrimenti picche
Da tempo si parla della concreta possibilità che la nuova Xbox passi dal formato DVD al formato Blu-Ray da 50 giga. Negli ultimi giorni però si sta aprendo un’altra prospettiva che avrà a che fare con la lotta alla pirateria. Stando a una “attendibile soffiata” pubblicata dal magazine specializzato Edge, i Blu-Ray originali acquistati per la nuova console Microsoft potranno funzionare solo se l’utente è connesso a internet . In questo modo, l’azienda punta a impedire la rivendita di materiale usato e piratato.

3-La parola d’ordine è: realtà aumentata
A quattro anni di distanza dall’annuncio di Project Natal (il primo nome di Kinect), è giunto il momento di dare a Kinect un erede. Da tempo si parla dell’introduzione di un Kinect 2 capace di distinguere nel dettaglio il movimento di quattro diversi giocatori, grazie a un sistema di motion control notevolmente migliorato. Ma dopo l’ultimo CES, ci si aspetta da Microsoft qualcosa di più. La sopracitata tecnologia IllumiRoom , ad esempio, consente di infrangere le barriere dello schermo televisivo per estendere la schermata di gioco all’intera stanza in cui si sta giocando, grazie a un sistema di picoproiettori coordinato con Kinect. Se Microsoft si presenta con una simile novità, ha buona probabilità di spiazzare una concorrenza ormai armata fino ai denti.

4. Qualcuno ha detto “Xbox-TV”?
C’è poi chi è pronto a scommettere che insieme alla nuova Xbox, Microsoft lancerà un secondo dispositivo che avrà funzionalità di set top box, una sorta di alternativa economica alla nuova Xbox che potrà essere collegata a qualsiasi altro dispositivo Windows 8, fungendo da punto di appoggio per coordinare smartphone, tablet e televisore.

5- Data, nome e specifiche
Ecco tre cose per cui la maggior parte dei commentatori sarebbero pronti a mettere la mano sul fuoco: la nuova Xbox si chiamerà Xbox 720 , verrà presentata il prossimo giugno nella cornice dell’E3 e avrà le seguenti specifiche: CPU AMD eight-core x64 da 1.6GHz, soluzione grafica D3D11.x 800MHz graphics e 8 giga di DDR3 RAM. Sono le indiscrezioni più attendibili e consolidate. Ma c’è una cosa che è bene ricordare, quando si parla di indiscrezioni, non ne esiste una che non possa essere sconfessata nel giro di poche sillabe. Perciò non ve la prendete con me se ad Aprile Microsoft farà un keynote a sorpresa per lanciare una Xbox Durango (codename ufficiale).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti