Videogiochi

Neil Gaiman si lancia nei videogiochi

Con il puzzle-adventure Wayward Manor, il celebre romanziere e autore di fumetti sperimenta i videogame

– Credits: The Odd Gentleman / Moonshark

Nel mondo della letteratura contemporanea, e in particolare del genere fantasy, il nome di Neil Gaiman suscita ammirazione e rispetto. Uno status conquistato grazie alla serie a fumetti Sandman e ai romanzi Coraline (da cui è stato tratto un film), American Gods, Stardust (anche questo finito su grande schermo) e Buona apocalisse a tutti!
Ecco dunque spiegata l'ondata di interesse suscitata dalla notizia del debutto nel mondo dei videogame grazie a Wayward Manor, che uscirà quest'autunno per PC, Mac e tablet.

È stato lo stesso Gaiman ad annunciarlo, lanciando contemporaneamente un sito sul quale si può preordinare il gioco o acquistare una serie di gadget tipo magliette, poster, litografie. C'è persino la possibilità di concorrere per una cena con Neil, a Los Angeles.

Ma cos'è Wayward Manor? Si tratta di un puzzle/adventure ambientato in una grande casa vittoriana sita nelle campagne del New England. Siamo negli anni Venti del secolo scorso e il giocatore interpreta un fantasma che cerca in tutti i modi di cacciare a suon di spaventi i nuovi inquilini dell'abitazione. Come? "Utilizzando tutto il tuo acume e la tua abilità", dice Neil Gaiman nel video con il quale ha annunciato il suo esordio come sceneggiatore di videogame.

Le poche immagini mostrate danno un'idea vaga di quel che ci aspetta. Qualche suggestione in più è fornita dal fatto che sono state fonti di ispirazione pellicole degli anni Quaranta come Arsenico e vecchi merletti, Spirito allegro e Il signore resta a pranzo.

Sviluppato da The Odd Gentleman e Moonshark, Wayward Manor debutterà nell'autunno del 2013, ma si tratterà di "una prima parte", rivela Gaiman. Ovviamente, la speranza è che sia un successo, "così potrò continuare a raccontare la storia".

 
© Riproduzione Riservata

Commenti