Xbox 360 old
Videogiochi

Microsoft "spegne" la Xbox 360

Le vendite della vecchia console sono in declino, Redmond punterà tutto sulla Xbox One. Ma il supporto rimarrà attivo

Dopo oltre 10 anni di onorata carriera la Xbox 360 va in pensione. È la stessa Microsoft a comunicarlo per voce di Phil Spencer: “La Xbox 360 significa molto per tutti noi in Microsoft”, spiega il numero uno della divisione di Redmond dedicata al gaming, “e sebbene sia stato un percorso incredibile la realtà è che la produzione di un oggetto che ha più di 10 anni di vita diventa sempre più lenta".

La distribuzione non si arresterà bruscamente, comunque. Microsoft ha fatto sapere che continuerà a vendere le Xbox 360 ancora sul mercato fino ad esaurimento scorte e che in ogni caso garantirà il supporto della Xbox 360 sia per quanto riguarda gli aggiornamenti software, sia per tutto ciò che concerne la parte di applicazioni e servizi.

Lanciata nel novembre del 2005, la Xbox 360 è stata – con la PlayStation 3 e la Nintendo Wii una delle più importanti console di seconda generazione. Secondo le ultime stime (fonte risultati finanziari giugno 2014) Microsoft ne ha vendute più di 84 milioni di pezzi nel mondo, record assoluto per una console Made in Usa, nonché uno dei sei migliori risultati di tutti i tempi.

La decisione di Microsoft appare comprensibile soprattutto alla luce della retrocompatibilità acquisita dall’attuale portacolori della casa - la Xbox One – con uno degli ultimi aggiornamenti rilasciati dalla società. Considerato il prezzo della console (250 euro) rispetto a quello del modello attuale (399 euro) si può dire che i motivi per lasciare la strada vecchia per la nuova siano ormai predominanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti