Videogiochi

Flappy Bird, ecco i 5 cloni più gettonati del momento

La parabola fulminea di Flappy Birds ha seminato curiosità tra l'utenza, al punto che ora tutti sono pronti a scaricare cloni del gioco. A costo di beccarsi tonnellate di malware

Splashy Fish

– Credits: Massimo Guareschi

Quando Dong Nguyen ha deciso di ritirare Flappy Bird , un software da 50.000 dollari al giorno, dall’App Store, un po’ tutti abbiamo pensato a un’azzardata manovra commerciale. Un po’ come quelle band che all’apice del successo si inventano non meglio definiti “problemi personali” che li costringono a separarsi per un tempo indefinito (per la precisione, il tempo giusto a far fermentare l’attesa dei fan).

A tre giorni da quella decisione, ancora non sappiamo se Nguyen toglierà di nuovo la museruola alla sua creatura, quello che sappiamo è che se lo farà, potrebbe essere già troppo tardi. I motivi sono fondamentalmente due: 1. Da quando Flappy Bird è diventata l’app più chiacchierata dell’universo mobile, gli spacciatori di malware lo hanno incoronato come perfetto Cavallo di Troia per cogliere all’amo i giocatori meno navigati; e 2. Gli store digitali sono stati invasi da cloni di Flappy Bird che hanno ben poco da invidiare all’originale (anche perché si basava su un meccanismo estremamente semplice).

Se Nguyen dice il vero, questo tipo di mobile game ha la tendenza a dare una serie di effetti collaterali , tra cui dipendenza, irascibilità e un’irrefrenabile impulso a fare a pezzi il proprio smartphone. Ma se proprio ci tenete, ecco 5 alternative per colmare il vuoto lasciato dall’app più odiata e amata di sempre.

Piou Piou
Parlare di emule, in questo caso, è decisamente improprio. Piou Piou ha cominciato ad affondare le radici negli store digitali in tempi non sospetti, al punto da alimentare il dubbio che Flappy Birds non sia altro che una scopiazzatura bella e buona di questo titolo francese. Anche in questo caso il protagonista è un pennuto coi labbroni, al posto dei tubi ci sono dei cactus ma la meccanica di gioco è identica. Se c’è un’app che merita di ereditare il successo di Flappy Bird, questa è proprio Piou Piou.

Iron Pants
Forse il clone più riuscito, anche perché introduce piccoli cambiamenti che rendono il gioco differente e, in un certo senso, più godibile. Al posto del pennuto obeso, in questo caso c’è una sorta di supereroe col mantellino che deve riuscire a passare tra improbabili colonne fatte di scatole senza sfiorarne nemmeno una. Tenendo il dito premuto sul display l’omino decollerà, lasciandolo precipiterà verso il basso, questo consente di gestire meglio il personaggio picchiettando ritmicamente sullo schermo.

Splashy Fish
Al posto dell’uccello c’è un pesce, al posto dei tubi delle colonne, al posto del cielo le profondità del mare. Per il resto, Splashy Fish sembra la copia sputata di Flappy Bird, le meccaniche di gioco sono praticamente identiche, la difficoltà anche, la dipendenza e gli accessi di rabbia sono garantiti. Se proprio vi manca il Flappy Bird originale, questo potrebbe essere il rimpiazzo migliore.

Clumsy Bird
Un altro clone che sta scalando le classifiche è Clumsy Bird, una versione leggermente semplificata di Flappy Bird che sposta l’ambientazione in una foresta di sequoie, con un protagonista che sembra la versione alcolizzata del pennuto simbolo di Angry Birds. Il gioco sta riscuotendo un certo successo ed è tra i più apprezzati fra gli emuli di Flappy Bird.

Fly Birdie
 Una menzione speciale va fatta per Fly Birdie. Tra tutti gli emuli di Flappy Bird è forse quello fatto peggio, con delle meccaniche di gioco piene di falle e una giocabilità che rasenta lo zero. Ma è quello con il nome più simile al titolo originale, e questo pare sia bastato a convincere migliaia di utenti a scaricare l’app. Fly Birdie è schizzata in testa alle classifiche, il che la dice lunga sulla natura del fenomeno Flappy Bird, e forse, anche sulla sua potenziale durata. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti