facebook arcade
Videogiochi

Facebook come Steam: sul social giocheremo in alta qualità e in 3D

Dimenticate Candy Crush e Farmville, grazie a un accordo con Unity tra le chat e i post arriveranno titoli degni di una console

Sempre più divertimento, sempre di maggiore spessore. L’obiettivo di Facebook è chiaro: far passare più tempo possibile sulla piattaforma ai suoi iscritti e coinvolgerne tanti altri, interessati non solo a post, foto e video. Il prossimo passo verso la totale colonizzazione del digitale arriva tramite un accordo siglato con Unity, motore grafico che già potenzia tanti giochi di ottima qualità per smartphone e tablet.

Tutto girerà intorno a un software per computer che darà accesso a decine di giochi, appoggiati su Facebook e integrati con il social network. In poche parole, il sistema dovrebbe funzionare in maniera simile a Steam, l’ecosistema creato da Valve con cui giocare in streaming a diversi titoli, sfruttando il collegamento a internet per evitare di scaricare interamente i videogame sull’hard-disk.

Tramite un post sul blog ufficiale, Facebook ha spiegato in cosa consiste la partnership con Unity: “Abbiamo unito le forze per creare nuove possibilità di intrattenimento videoludico sulla rete. Chi produrrà giochi Unity potrà renderli disponibili a oltre 650 milioni di persone in tutto il mondo, quelle che ogni mese usano il sito e le app di Facebook per giocare. Per questo abbiamo aperto un accesso limitato agli sviluppatori che vogliono provare l’ultima versione di Unity, la 5.4 che integra già le funzioni di esportazione su Facebook”.

 

La trasformazione della creatura di Zuckerberg in un grande contenitore di meraviglie è in corso già da un po’ e il voler incentrare gran parte degli sforzi sui videogame sta portando i suoi frutti. A maggio, il social aveva lanciato Facebook Arcade per computer Windows, un’applicazione indipendente che a breve dovrebbe diventare una sorta di App Store, contenente sia giochi che app di varia natura.

A questo punto, le strade da percorrere potrebbero essere due: lasciare a Facebook Arcade i titoli più semplici, del tipo Candy Crush Saga e Farmville, e implementare con Unity progetti più complessi, in grado di competere con lo stesso Steam ma anche con videogiochi basilari per Xbox e PS4 (pensiamo a quelli indie o distribuiti gratuitamente con i vari abbonamenti dedicati).

Se poi guardiamo leggermente più in là, potremmo addirittura intravedere delle interessanti declinazioni della realtà virtuale. Come sappiamo, Facebook è anche il proprietario di Oculus, con cui collabora stabilmente per lo sviluppo di giochi per il VR. Non sembrerà così assurdo quindi immaginare un futuro prossimo in cui poter accedere alla piattaforma Facebook/Unity indossando anche un paio di visori (come i Rift, ma anche i Gear VR) per godere appieno di esperienze immersive a costi ridotti. 

© Riproduzione Riservata

Commenti