Videogiochi

Destiny, 11 curiosità sul gioco più atteso

Arriva finalmente il titolo che tutti aspettavano. È costato davvero 500 milioni? Quanto ci hanno messo a svilupparlo?

Un artwork di Destiny – Credits: Activision

Annunciato, mostrato poco a poco, poi chiacchierato come non ci fosse un domani, pur fra mille cautele per svelare solo il necessario. Dopo mesi di questo tenore, alla fine Destiny si materializza sugli scaffali (9 settembre, per Playstation 3 e 4, Xbox 360 e One), lasciandoci la strana sensazione di aver già detto moltissimo di sé e insieme quasi nulla.

Nei prossimi mesi i giocatori decreteranno il successo o meno dell'accoppiata formata da Bungie (sviluppatori) e Activision (produttori). Per il momento, dopo le indicazioni di base e i trailer , resta ancora qualcosa da dire alla vigilia del debutto? Qualcosa sì. Undici cose, per l'esattezza.

1. Master Chief
Nell'ingresso del quartier generale di Bungie, a Washington, c'è una statua a grandezza naturale di Master Chief. Non c'entra nulla con Destiny, ma ricorda da dove vengono gli sviluppatori.

2. 500 milioni di dollari
Secondo un articolo di Reuters , il costo della produzione e della promozione di Destiny sarebbe di 500 milioni di dollari, il doppio di quanto Rockstar Games ha speso per Grand Theft Auto V. Sono fioccate smentite, mai entrate nel merito: il CEO di Bungie Pete Parsons ha detto che "non siamo neanche lontanamente vicini" ai 500 milioni.

3. Ne abbiamo per 10 anni
Destiny è un universo in continua espansione e lo sviluppo è già stato strutturato per i 10 anni successivi alla release (non è escluso che i 500 milioni si riferiscano allo sviluppo più il decennio a venire).

4. Record di preordini
A metà agosto 2014 Destiny è diventato il nuovo franchise col maggior numero di preordini nella storia dei videogiochi.

5. Attori famosi
Molti attori hollywoodiani prestano la voce a personaggi del gioco. I più famosi sono Peter Dinklage (che doppia Ghost) e Nathan Fillion (Cayde-6).

6. Dentro Halo
Tre anni prima dell'annuncio ufficiale, Destiny ha fatto la sua comparsa all'interno di Halo 3: ODST (2009): su un cartellone elettronico con l'immagine della Terra e la scritta "Destiny Awaits".

7. 10 anni di gestazione
Il concept del gioco è ancora più vecchio: risale ai tempi di Halo 2 (2004).

8. Viaggio fra le stelle
Vuoi esplorare gli ambienti di gioco senza avere il gioco? C'è la versione spaziale di Google Street View .

9. Il boom della Beta
A fine luglio 2014 la Beta aperta al pubblico ha registrato numeri da capogiro: hanno partecipato 4.638.937 persone nell'arco di 9 giorni, con un picco di 853.255 utenti collegati simultaneamente.

10. Non ci si mischia
Può sembrare ovvio, ma lo ricordiamo: puoi giocare solo insieme a persone che hanno la tua stessa console. Gli utenti con PS3 restano separati da quelli con PS4, per esempio.

11. Il gioco ti aspetta
Eric Osbourne, community manager di Bungie, ha dichiarato che "non è necessario giocare ogni singolo giorno: abbiamo tutti un lavoro, dei bambini... Destiny deve essere compatibile con la vita vera".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti