ataribox
Videogiochi

Ecco com’è Ataribox

Diffuse le prime immagini della console che farà girare nuovi e vecchi giochi. A settembre arriverà la riedizione di Atari VCS 2600

Le notizie arrivano alla spicciolata ma frequenti. Meno di un mese fa Atari svelava il primo video teaser di Ataribox, una nuova console pronta a riportare in auge i fasti della Jaguar, l’ultimo prodotto lanciato dall’iconica compagnia statunitense, che ha segnato un’intera epoca dei videogame.

A 24 anni di distanza dunque ci sarà di nuovo un modello di Atari nelle case dei fan di tutto il mondo e nelle ultime ore abbiamo anche scoperto come è fatta. Già dal filmato (sotto) diffuso a fine giugno si era capito che il design avrebbe ripreso in un certo senso quello della 2600, con intarsi in legno e finiture di stile, ma qui si andrà oltre.

Come è fatta

Ataribox arriverà in due versioni, una in plastica nera con pannelli in legno e l’altra sempre nera ma con bande rosse. Tra le due nessuna variazione di hardware ma solo estetica. Frontalmente non avremo nulla se non qualche led di posizionamento. Sul retro invece quattro ingressi USB, uno HDMI e lo slot per microSD, sulle quali ci saranno i giochi.

Vecchio e nuovo

Lo scopo è donare ai consumatori un prodotto che rimandi agli anni ’80 ma pienamente calato nel panorama attuale. In che modo? Permettendo di giocare ai titoli storici ma pure a quelli nuovi, probabilmente adattamenti realizzati ad-hoc per l’occasione. Del tipo? Paperboy, Indiana Jones and the Temple of Doom, il sempreverde Tetris, Atari Olympics e ovviamente Asteroids.

Senza dimenticare la next-gen

Siamo nel campo delle ipotesi ma in assenza di dettagli tecnici da parte della compagnia possiamo pensare a una console che possa addirittura far girare videogame moderni, non a livello di PS4 e Xbox One ma comunque in grado di attirare l’attenzione dei giovani di oggi. Ciò sarebbe reso possibile solo dall’integrazione di un processore adatto al software odierno, un po’ come accade per la Nvidia Shield TV, che supporta le app e i giochi del Play Store di Android ma anche quelli dedicati. Facendo due conti, la Ataribox potrebbe costare meno di 200 euro.


 
Tutto quello che sappiamo su Ataribox


Intanto a settembre...

Ma prima di vederla nei negozi, Atari, tramite AtGames, lancerà a settembre Atari Flashback 8 Gold, la riedizione della mitica VCS 2600. Questa seguirà la linea tracciata dal Super Nintendo Classic, portando sullo schermo della TV circa 120 giochi precaricati da approcciare con due controller old-style ma questa volta wireless.

A differenza della NES, Flashback 8 Gold vanta una porta HDMI, così da ottenere una qualità maggiore sul display, proprio come accadrà per Sega Genesis Flashback (non questo), altro dispositivo cult in uscita quest’anno.

© Riproduzione Riservata

Commenti