Videogiochi

Amazon sta lavorando alla sua console Android

Il gigante dello shopping online starebbe per lanciarsi nel mercato dei videogiochi con una macchina sviluppata in casa

logo amazon

Il logo della società – Credits: Amazon

Anche il colosso di Jeff Bezos si prepara a reclamare la sua fetta nel business dei videogame. Non in quello tradizionale, che per altro non sta attraversando il suo momento di massimo splendore, in attesa dello sbarco di Xbox One e PlayStation 4: Amazon sembra intenzionata a puntare piuttosto sul mercato dei giochi Android con una sua console fatta in casa.

Quanto meno, questo è quanto riporta un'indiscrezione di Game Informer , che ha parlato con "fonti" legate allo sviluppo del nuovo hardware. La console, dotata di un controller proprietario, dovrebbe uscire a fine anno, forse in concomitanza con il Black Friday, il primo venerdì successivo al Thanksgiving Day che tradizionalmente segna il via alle vendite del periodo natalizio. Amazon, contattata da Game Informer, non ha ancora rilasciato commenti sulla notizia.

Se il rumor si rivelasse fondato, potremmo trovarci di fronte a una macchina capace di dare uno scossone allo scenario Android e non solo: Amazon ha una potenza di fuoco impressionante, in termini di visibilità e distribuzione, che le garantiscono una posizione di partenza privilegiata anche quando si lancia in settori per lei nuovi – vedi il successo del Kindle Fire nella pur combattiva arena dei tablet.

La manovra (ragioniamo come se fosse vera) ha una doppia valenza strategica. Da una parte permette di evitare un insensato confronto diretto con Microsoft, Sony e Nintendo, imbattibili sul fronte del gaming "classico", che oltretutto richiede costi di sviluppo e produzione accessibili a pochissime aziende al mondo senza rischiare il collasso – e già per quelle poche non è uno scherzo far quadrare i conti.

Dall'altra, si concentra su una fascia, quella dei videogame per Android, in crescita esponenziale, trascinata dalle vendite di smartphone e tablet e dotata ormai di presupposti tecnologici adeguati anche per proporre contenuti sempre più soddisfacenti.

Amazon non sarebbe la prima a tentare questa strada: sul mercato sono già disponibili, per esempio, Ouya , Archos GamePad e Nvidia Shield , solo per citare le più note. In questo caso però il gioco si sposterebbe su un livello superiore, almeno in termini commerciali, con tutto il rispetto per la concorrenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti