twitter per tutti
Mytech

Twitter per tutti, la mossa per non perdere terreno

Il social network ha annunciato la novità: anche chi non è iscritto potrà navigare tra i contenuti da smartphone e tablet. Ecco perché

Jack Dorsey le sta tentando tutte. Dopo le recenti notizie sugli allontanamenti (a quanto pare spontanei) di diversi dirigenti, il microblog dai 140 caratteri ha bisogno di una certa rinfrescata per non mollare la presa sugli utenti e rischiare di perdere terreno non solo nei confronti di Facebook (sempre troppo lontano) ma anche di altri concorrenti. Poche ore fa gli sviluppatori hanno annunciato l’arrivo anche in Europa, Italia compresa, della nuova homepage che punterà di più sull’aspetto visivo della piattaforma, mettendo in primo piano i contenuti fotografici. Basterà? Quasi sicuramente no, ed è per questo che il team di Jack Dorsey è andato oltre, presentando un’ulteriore novità.

Da oggi chiunque potrà utilizzare il proprio smartphone o tablet per navigare sulla versione web del sito (quindi non tramite l’app) e visualizzare i post pubblicati dagli utenti più popolari, organizzati in ordine cronologico, anche senza essere registrati. In realtà qualcosa del genere era già possibile fino a ieri, visto che il collegamento ad un singolo tweet è sempre visibile a tutti, ma chi è privo di un account non può leggere le risposte, analizzare le conversazioni oppure seguire l’andamento di un hashtag.

La mossa è palesemente indirizzata a chi finora è rimasto fuori da Twitter perché magari poco affascinato dallo scorrere, in tempo reale, di milioni di messaggi. Secondo Dorsey, l’apertura di una sorta di timeline avrà la conseguenza di invogliare più persone a registrarsi al servizio, così da allargare la fetta di utenti connessi. Il motivo non è solo il volere andare incontro ai più pigri, che non si sforzano nemmeno di compilare un paio di box per iscriversi gratuitamente al portale, ma creare aspettative verso i possibili consumatori che non conoscono le nuove vie di comunicazione rese possibili dalla rete.

In che modo? Basta scoprire che il proprio cantante preferito (o sportivo, attore, politico) è attivo sul social per invogliare all’iscrizione. Facciamo un esempio: un contenuto postato dal Justin Bieber di turno potrebbe essere mostrato a tutti in prima battuta, perché molto di trend in un certo momento, ma non successivamente, visto il flusso naturale della bacheca. Come riprendere quel post oppure leggere gli altri messaggi pubblicati dalla star successivamente? Con un'unica soluzione: iscrivendosi. 

© Riproduzione Riservata

Commenti