Mytech

Tim Cook snobba Surface: è un prodotto confusionario

"Come una macchina progettata per volare e galleggiare, ma che presumibilmente non sa fare bene nessuna delle due cose". Così Il CEO di Apple giudica il nuovo tablet ibrido di Microsoft basato su Windows 8.

– Credits: Microsoft

Difficile capire se Tim Cook sia sincero o se – piuttosto – abbia fiutato il pericolo di un nuovo temibile concorrente all’altezza del "suo" iPad. Fatto sta che il numero uno di Apple non ha certo usato il fioretto nei confronti di Surface , il nuovo tablet ibrido presentato ieri da Microsoft contestualmente a Windows 8.

"Non ho ancora avuto modo di giocare con Surface, ma da quel che si legge è un prodotto confusionario. La cosa più ardua per un prodotto è scendere a difficili compromessi. Suppongo che si possa progettare una macchina che vola e che galleggia, ma è difficile che sappia fare veramente bene entrambe le cose. Le persone guarderanno l’iPad e le offerte della concorrenza, ma alla fine continueranno a scegliere un iPad.”

Tim Cook, insomma, non crede che Surface possa avere alcuna chance di successo nel segmento dei tablet (e dintorni). Ma l’impressione è che dietro le sue parole ci sia anche una buona dose di pretattica. L’uomo che ha preso il posto di Steve Jobs sulla poltrona più importante di Cupertino sa bene che Surface (soprattutto nella sua versione più completa, quella che dovrebbe debuttare il prossimo anno con a bordo Windows 8 Professional) ha dalla sua un vantaggio non indifferente: la possibilità di accontentare tutti quegli utenti che vorrebbero un prodotto con la maneggevolezza di un tablet e le prestazioni di un notebook.

E se alla fine avesse ragione Microsoft? Se gli utenti stessero davvero cercando un dispositivo definitivo capace di districarsi sia nella fruizione che nella generazione dei contenuti? Lo scopriremo a fine anno (più presumibilmente nel 2013), quando cominceranno ad arrivare i primi dati di vendita del nuovo all-in-one di Redmond.

Quel che si può dire di sicuro è che, con l’uscita di Surface e di tutti i vari prodotti motorizzati Windows 8, il mercato è entrato definitivamente in una nuova fase. Quella che Steve Jobs ebbe a definire – proprio in occasione della presentazione del nuovo iPad – l’era del post-PC.

La tavoletta di Apple, insomma, ha cambiato le regole del gioco. E lo stesso Tim Cook ha di che gongolare: “Siamo assolutamente certi che il mercato dei tablet sorpasserà quello dei PC. Ogni trimestre si vendono dagli 80 ai 90 milioni di PC, ma noi riteniamo che gran parte delle persone passeranno a un iPad o a un Mac. E questa è una grande opportunità per Apple”.

Seguimi su Twitter: @TritaTech

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti