Droni-super-bowl
Mytech

Super Bowl 2017, per Lady Gaga 300 droni ballerini

Per l'apertura della performance della superstar sono stati usati i quadricotteri Shooting Star di Intel creando l'effetto di una danza di luci nel cielo

Prima di scatenarsi in volo sul palcoscenico per lo spettacolo dell'intervallo del Super Bowl, Lady Gaga compare in cima all’NRG Stadium di Houston e canta le meraviglie di una notte di luci. Ma non sono stelle quelle che si agitano dietro di lei, sono droni: si accedono di rosso, poi di blu, si muovono in cerchio, infine prendono la forma di una bandiera americana mentre la superstar inneggia a libertà e giustizia come pilastri del suo Paese.

 

C’è voluto un anno e mezzo di preparazione, lo spiega il quotidiano Usa Today, per orchestrare questa coreografia resa possibile da trecento Shooting Star, i quadricotteri di Intel creati ad hoc per dare un tocco spettacolare in più a festival ed eventi d’intrattenimento globale come il Super Bowl 2017. Per accertarsi che si muovessero in modo coordinato, senza intoppi, senza rovinare tragicamente uno contro l’altro.

Per questo tipo di performance si tratta di un debutto assoluto: «Lady Gaga e il Super Bowl volevano mettere insieme qualcosa che non era mai stato fatto prima, combinando l’innovazione dei droni con il talento artistico per dare vita a un’esperienza davvero unica» ha commentato Josh Walden, senior vice president e general manager del New Technology Group di Intel.

Ora la strada è aperta: oltre a consegnare oggetti, filmare coltivazioni e strutture, fare riprese video amatoriali e professionali, per i droni si spalanca un filone che li vede non solo testimoni di uno spettacolo da una prospettiva rialzata, ma protagonisti. O, come nel caso dello show di Lady Gaga, comprimari di lusso.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti