Social

Twitter & SoundCloud, app musicale per iOS

Dal microblogging alla musica per iPhone e iPad: Twitter lavora a un'app per iOS con i brani di SoundCloud

Credit: elab.grafica N.Battista

A prima vista una mossa strana, forse il passo più lungo della gamba.

Fatto sta che sembra perlomeno curioso vedere Twitter che - dagli ormai classici cinguettii che lo hanno reso famoso come la principale piattaforma di microblogging - passi a realizzare app di tutt'altro genere per smartphone e tablet.

Da ieri circola la notizia di una nuova applicazione per ascoltare e condividere musica sui dispositivi mobili targati Apple, in via di sviluppo in casa Twitter, Inc. e con il repertorio audio del berlinese SoundCloud come base.

Non c'è ancora alcun annuncio ufficiale, ma la fonte è ben informata e addentro al progetto.

Ma perché Twitter dovrebbe fare qualcosa di apparentemente così strampalato ed estraneo al suo spirito originario?

A ben vedere, la società è passata gradualmente dal microblogging puro alla costruzione di una sorta di social network vero e proprio, dotandosi lungo il percorso di foto (grazie ad applicazioni esterne come TwitPic) e di recente video, con l'acquisizione di Vine : un'app a sé stante per piattaforme mobili, proprio come dovrebbe essere questo nuovo misterioso prodotto musicale, che potrebbe rivelarsi di grande interesse promozionale per artisti ed etichette.

Ma c'è anche di mezzo la possibilità di un'offerta pubblica iniziale: acquisendo startup e aggiungendo prodotti e servizi, Twitter si rende più appetibile per i potenziali investitori.

Espandersi anche all'audio è in questo quadro una scelta quasi logica per arricchire la propria offerta di contenuti e far passare più tempo possibile agli utenti su servizi targati Twitter.

Peraltro, un'altra recente acquisizione - anch'essa non ancora ufficialmente annunciata - riguarda proprio il campo musicale: si tratta di We Are Hunted , un servizio di "music discovery" che oltre a pubblicare classifiche e app per varie piattaforme, tiene traccia in tempo reale dei 99 brani emergenti sulle piattaforme social. Questa potrebbe essere un'altra funzione integrata nella nuova app: dopotutto anche Vine è stato sviluppato esternamente e poi acquisito da Twitter.

In chiusura una domanda a cui potremo avere risposta solo al lancio della nuova app per iPhone e iPad: SoundCloud non ha pubblicità, non costa nulla per chi carica musica e per il resto vive solo con la vendita di account "Pro" che consentono spazio extra per caricare brani.

E chi carica musica lo fa solo per condividerla e promuoversi. Non si guadagna nulla.

Come la prenderebbero dunque tutti coloro che pubblicano musica su SoundCloud qualora dovesse emergere che il sito è stato retribuito in qualche maniera per dare accesso al suo ormai ricchissimo repertorio?

© Riproduzione Riservata

Commenti