RUSSIA-TWITTER-PREMIER
Social

Twitter, perché è importante scaricare l’archivio

Gli iscritti al social network potranno d’ora in avanti recuperare tutti i tweet pubblicati, dal 2006 a oggi. Ecco quali sono i vantaggi

Chi usa Twitter con una certa frequenza lo sa bene: andare a ripescare i vecchi tweet può essere un’impresa. E soprattutto una grossa perdita di tempo. Fino ad oggi, infatti, i creatori della piattaforma non avevano ancora pensato a uno strumento che consentisse agli iscritti di frugare fra i propri, innumerevoli cinguettii.

A colmare la lacuna ci pensa ora una funzionalità denominata Archivio di Twitter che permetterà di fatto a qualsiasi utente registrato di richiedere un file contenente tutta la storia del proprio account, dal primo all’ultimo tweet. Insomma, un vero e proprio motore di ricerca per risalire ad ogni singolo tweet (e retweet) inviato in base a date, parole e frasi specifiche, hashtag o menzioni.

Per scaricare l’archivio è sufficiente entrare nelle impostazioni del proprio profilo Twitter e cliccare su Richiedi il tuo archivio, e attendere una mail con le istruzioni per accedere all’archivio quando sarà pronto per essere scaricato.

Vien facile pensare che per molti utenti l’archivio sarà una risorsa da utilizzare al momento opportuno per andare ripescare un vecchio tweet ancora attuale o comunque pertinente con i fatti del momento. Cinguettii alla mano sarà più facile dire “io l’avevo detto” o riprendere il filo di una storia smarrita anche a distanza di molto tempo.

Non è dato sapere, al momento, se la decisione prelude a un motore in grado di abilitare le ricerche anche al di fuori del profilo personale. Di certo, anche nella versione attuale, l’archivio rappresenta un passo importante nella direzione di garantire maggiore facoltà di accesso al mare magnum di contenuti che vanno di giorno in giorno a rimpolpare la piattaforma. Secondo le utlime statistiche, su Twitter si riversano circa 200 miliardi di tweet al giorno.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti