Social

Facebook e Twitter in azienda, per la SEC si può

Le società statunitensi potranno comunicare con gli investitori direttamente sui social rispettando le regole della comunicazione digitale

Credits: Robert S. Donovan, Flickr

Non per mettere il dito nella piaga ma in Italia siamo ancora fermi alla posta certificata. Secondo la Securities and Exchange Commission statunitense invece le società quotate in borsa possono utilizzare i social media tra cui Facebook e Twitter per diffondere messaggi aziendali. La notizia è a suo modo rivoluzionaria perché pone le piattaforme social sullo stesso piano di mezzi di comunicazione digitale usati finora come le comuni email o quelle certificate. Certo la valenza non sarà sempre la stessa (dimenticate di inviare un documento ufficiale come allegato in Facebook) ma il fatto che si possano raggiungere i propri investitori sui social è una novità che non dovrebbe passare inosservata. La decisione della SEC arriva come parte di un dettagliato rapporto partito a luglio del 2012 quando il CEO di Netflix Reed Hating aveva postato i risultati dei dati di visualizzazione e traffico mensile del proprio sito sulla sua bacheca di Facebook invece che comunicarla sui canali tradizionali, come appunto la SEC.

Quest’ultima aveva rinunciato a presentare un ricorso contro il sito che permette di fruire di contenuti video in abbonamento perché le norme che riguardano l’utilizzo dei social media per le comunicazioni aziendali non erano ancora chiare (e non lo sono tuttora). George Canellos, direttore ad interim della divisione esecutiva della SEC ha motivato così la decisione: “La maggior parte dei mezzi di comunicazione aziendale vanno bene per comunicare con gli investitori, ma non quando questi hanno un accesso limitato alle informazioni o non sanno dove reperirle”. Ovviamente anche i social hanno le loro regole che vanno rispettate. Le aziende che vogliono avvalersi di queste piattaforme per comunicare notizie in via ufficiale devono prima avvertire i destinatari della possibilità di reperire le informazioni anche in questa nuova forma, per evitare di incorrere nelle violazioni del cosiddetto “Regulation FD ”, un insieme di regole per la corretta comunicazione aziendale digitale.

Dal canto suo il team di Facebook si è detto molto entusiasta della decisione della SEC: “Siamo contenti e condividiamo a pieno la decisione della SEC di permettere l’invio di comunicazioni aziendali a livello globale sulla nostra piattaforma”. Anche se l’agenzia non ha spiegato esattamente come una società dovrebbe informare gli investitori circa l’utilizzo dei social media, il nuovo orientamento darà alle imprese un maggiore comfort nell’utilizzo delle piattaforme 2.0, da molti considerate ancora come una perdita di tempo e uno spazio digitale totalmente estraneo al lavoro.

© Riproduzione Riservata

Commenti