Social

Pinterest o Instagram?

Due social network che utilizzano le immagini come principale mezzo di comunicazione. Ma quale usare e perché

iStockphoto/Thinkstock/Getty Images

Dipende ovviamente dall’utilizzo che ne volete fare.

Se l’iscrizione è finalizzata al rilancio, per esempio, della tua azienda, del tuo sito o del tuo blog direi che Pinterest ti può aiutare al meglio.

Non ci sono solo le immagini, infatti, ma anche una descrizione e, da poco, anche la possibilità di postare piccoli articoli. Quindi, chiunque sia interessato all’album che mettete sulla bacheca, può recuperare informazioni e contattarvi.

Pinterest, infatti, lo vedo più come un’interessante piattaforma che possa rafforzare professioni come foodblogger, designer, fashion stylist o anche quelle legate all’hobbystica. Professioni dove l’immagine conta molto. Ma anche le istruzioni per l’uso.

Instagram è più per un utilizzo personale: conti i follower e fai a gara con i tuoi amici a chi ne ha di più. Commenti le immagini, un po’ come Facebook, arrivando però a coinvolgere tantissime persone (sempre che tu sia bravo a mettere l’hastag che permette alle tue foto di essere viste da tutti, non solo dai tuoi contatti.).

Sinceramente io utilizzo poco entrambi ma, a volte, mi piace perdermi nel mondo di Pinterest dove spesso trovo idee e suggerimenti originali. E le immagini sono sempre bellissime. Quindi mi diverto a radunare album che abbiano un senso e cerco di spiegare in due parole quale sia (anche se non è così necessario, basterebbe il titolo).

Instagram lo utilizzo poco, ma quando lo faccio, mi diverto a variare le foto con tutti gli effetti possibili (vogliamo parlare degli affascinanti effetti vintage?) e immaginabili che l’app ti concede. E’ più uno sfogo creativo personale.  E poi le foto puoi condividerle al volo anche su altri social (come Twitter e Facebook) in tempo reale. Per questo capisco sia molto utilizzato dai giovani: le foto si susseguono senza un senso compiuto. Così: solo per divertire e divertirsi. Lo scopo è solo quello di stupire e non quello di istruire o indirizzare verso un’attività (cosa che invece vedo legata a Pinterest).

Per riassumere:

Pinterest è una vetrina di lancio per contenuti legati a delle attività o, più semplicemente, per contenuti che tu vuoi trasmettere a prescindere da ciò che fai.

Instagram: è un gioco di immagini senza legami tra di loro. Non prevede le board o i dettagli, né un lavoro concettuale. Ti senti fotografo dentro e vuoi vedere se anche gli altri apprezzano il tuo estro? Allora è il social che fa per te.

Detto questo, a voi la scelta: oppure potete coltivare entrambi, ognuno a modo suo.

© Riproduzione Riservata

Commenti