Facebook Beachfront
Social

Ecco perché Facebook introdurrà il tasto "Non mi piace"

Mark Zuckerberg conferma: il tanto chiacchierato tasto Dislike si farà. Ma con gli opportuni accorgimenti

Alla fine il tanto discusso tasto Dislike si farà. Lo ha confermato Mark Zuckerberg in persona davanti alla stampa americana nel corso di in un meeting a porte chiuse.

A breve (ma al momento non ci sono date certe), Facebook offrirà una seconda opzione rapida ai suoi iscritti: la possibilità di contrassegnare con un "Non mi piace" le notizie racapriccianti o semplicemente spiacevoli: un incidente, un fatto di cronaca incresciosa, una foto cruenta (come quella i Aylan Kurdi, il bambino siriano di tre anni trovato morto su una spiaggia della Turchia). 

Sulla decisione di Facebook pesa senza dubbio la volontà di aumentare lo spettro di interazioni con gli utenti, raffinandone se possibile la profilazione. Mark Zuckerberg ha parlato espressamente di “empatia”, quasi a sottolineare la necessità di registrare le reazioni del suo pubblico, anche quelle non proporiamente  positive.  

"Gli utenti non vogliono cliccare Mi Piace davanti a certi fatti, ma al momento non hanno scelta”, ha sottolineato Zuckerberg, parlando delle motivazioni che lo hanno convinto a riscrivere il meccanismo di interazione con gli utenti. Al momento, però, non è dato sapere né come né quando tutto ciò accadrà ,Quel che è certo - ha precisato lo stesso guru di Menlo Park - è che non ci sarà un sistema di commenti alla Reddit, basato cioé sulla contrapposizione fra opinioni favorevoli e contrarie.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti