Social

Nearby Friends: Facebook ti dice quanto sono vicini i tuoi amici

Ecco come funziona (e come intende cambiare le nostre relazioni) il servizio lanciato dal social network sulla base di un'applicazione tutta italiana acquisita nel 2012

Facebook Nearby Friends

– Credits: Andrea Vaccari

Vi ricordate Glancee , l’applicazione mobile tutta italiana acquistata nel 2012 da Facebook? Ebbene a distanza di due anni dal deal, il team di Mark Zuckerberg ne ha annunciato la piena integrazione all’interno del social network. Cambia il nome ma non lo spirito dell’iniziativa. Nearby Friends, questa il nuovo appellativo dell’applicazione, permetterà di capire dove sono i nostri amici. O, meglio, quanto ci sono vicini.

Facebook Nearby Friends sfrutta infatti i dati di localizzazione provenienti degli smartphone per offrire un avviso - nonché una rappresentazione grafica - circa la prossimità dei nostri amici. La differenza rispetto ad altri servizi analoghi sta nel fatto che Nearby Friends si preoccupa non tanto di mostrare su una mappa dove si trovano i nostri contatti quanto di segnalarne la vicinanza man mano che si approssimano a noi. Mentre passeggiamo in centro città, ad esempio, potremo essere informati che due dei nostri migliori amici sono in un pub a pochi metri da noi. Facebook Nearby Friends permette inoltre di condividere solo una precisa location o di rendersi reperibili da una certa ora in poi.

Questo video mostra in modo molto chiaro come funziona:

Come ha sottolineato in questa intervista il papà dell’applicazione, Andrea Vaccari, Nearby Friends nasce per creare un percorso inversa a quello che ha portato in questi anni gli utenti ad allontanarsi dalla vita reale per entrare in una dimensione online. Un'opportunità in più, dunque, per riportare l'incontro fisico al centro delle relazioni.

Per funzionare, però, Nearby Friends ha bisogno che il singolo utente acconsenta a farsi localizzare (per farlo basta attivare la funzione dalle impostazioni di Facebook) e questo potrebbe essere l’unico vero deterrente alla sua diffusione di massa. Per ovvie ragione di privacy è probabile infatti che non tutti gli iscritti al social network diano il loro benestare.

nearby_friends_3_emb8.jpg

Un altro potenziale limite è rappresentato dai consumi energetici del servizio: trattandosi si un sistema che si basa sulla geo-localizzazione, Facebook Nearby Friends ha bisogno di prelevare in modo continuo le coordinate GPS dallo smartphone. Tuttavia, spiega Facebook, l’applicazione è progettata in modo tale da capire quando si rimane fermi in una determinata location sfruttando i dati dell’accelerometro. Ciò garantirebbe un minor drenaggio della batteria: si parla di uno 0,3/0,4% per ora (contro lo 0,7% di Foursquare, giusto per citare un’applicazione analoga).

Facebook Nearby Friends verrà reso disponibile su piattaforma Android e iOS (inizialmente solo negli Stati Uniti) a partire dalle prossime settimane.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti