je suis charlie twitter
Social

#JeSuisCharlie tra gli hashtag più popolari nella storia di Twitter

Lo slogan che accompagna news e post di solidarietà a Charlie Hebdo diventa uno dei più utilizzati negli otto anni di vita del social network

Alle 19.15 del 7 gennaio l’hashtag #JeSuisCharlie era stato utilizzato in 2,1 milioni di tweet che diventeranno 3,4 milioni qualche ora dopo. Una progressione senza precedenti che ha portato le tristi vicende del giornale satirico francese Charlie Hebdo in vetta alle discussioni social di tutto il mondo. Per capire in che modo l’hashtag si è diffuso dall’Europa agli Stati Uniti, passando per Asia e Sud America, sul sito CartoDB è stata realizzata una mappa animata che mostra i fulcri principali dell’utilizzo della stringa nei tweet degli utenti. I dati si riferiscono ad un arco di tempo che va dalle prime notizie sull’attentato all’alba dell’8 gennaio; 24 ore in cui sono arrivati messaggi di solidarietà alla Francia da parte di un pubblico eterogeno, senza grosse distinzioni di razza o religione.

È stato lo stesso team di Twitter a mostrare in che modo l’hashtag è divenuto virale a partire del primo tweet delle 12.30 del 7 gennaio fino a quelli che anche in questo momento invadono la piattaforma. Sul grafico mostrato da Twitter Reverb  si scopre come l’apice dell’utilizzo di #JeSuisCharlie si sia raggiunto alle 9.30 di ieri 8 gennaio quando il numero di post contenenti lo slogan aveva toccato la cifra dei 6.468. Considerando poi le numerose vignette che sono state create per l'occasione, una delle più condivise è stata quella di Charlie Brown che si copre la faccia e dove campeggia il messaggio “Je Suis Charlie”. Non a caso proprio Twitter ha voluto rendere omaggio alle vittime dell’attentato realizzando un grande striscione contenente l’hashtag #JeSuisCharlie all’interno del proprio quartier generale a San Francisco.

© Riproduzione Riservata

Commenti