Social

Facebook riduce la visibilità delle pagine. 5 consigli per non scomparire

Secondo uno studio, solo il 2% dei fan di una pagina Facebook vede nel proprio feed un contenuto pubblicato da quella pagina. Ecco come evitare che questo accada

Facebook page parrot

– Credits: Department of Conservation @ Flickr

C’era una volta un social network che ti consentiva di creare una pagina per il tuo brand, il tuo prodotto, la tua band, e di pubblicizzare contenuti specifici in modo totalmente gratuito. Ora, quel social network, non esiste più. O quasi.

Stiamo parlando di Facebook, ovviamente. Fino a poco tempo fa, una pagina Facebook era uno strumento formidabile per farsi conoscere nel web, un trampolino di lancio senza precedenti per qualsiasi contenuto che ambisse a diventare virale. Poi Facebook ha pensato bene di monetizzare anche su questa parte del suo servizio, e ha introdotto la sponsorizzazione a pagamento.

ora, secondo alcune indiscrezioni di addetti ai lavori, Facebook starebbe riducendo la visibilità dei contenuti non a pagamento pubblicati dalle Pagine private. Uno studio ha rivelato che, dall’ottobre 2013 ad oggi, la percentuali di fan di una pagina che visualizza un contenuto nel proprio feed è scesa dal 12% al 6%. Per quanto riguarda le pagine più cliccate (quelle con più di 500.000 like, per intenderci) questa quota risulta vicina al 2%, e sembrerebbe destinata a scendere ulteriormente.

Pur non confermando l’intenzionalità di questo cambio di rotta, a Facebook ci tengono a chiarire che la riduzione dello spazio dedicato ai brand non ha tanto a che fare con la volontà di batter cassa, quanto con la volontà di mantenere gli utenti semplici in una posizione dominante rispetto alle Pagine, questo per evitare che il social network diventi una versione 2.0 di quei rotocalchi in cui i contenuti sono piccole oasi in un deserto di inserzioni pubblicitarie.

Comunque sia, prima di ritrovarti a postare centinaia di contenuti che vengono visualizzati da un massimo di 20 persone, ti consigliamo di seguire questi pratici consigli:

1. Usa sempre immagini, ma sceglile con criterio
Questa cosa Facebook l’ha specificata in modo chiaro: se vuoi che i tuoi contenuti vengano presi in considerazione dall’algoritmo, evita i post di solo testo. Per guadagnare visibilità, insomma, non limitarti a condividere un link o uno status: usa un’immagine. Ma attenzione: non utilizzare sempre il tuo logo, cerca immagini che siano appariscenti, ma che allo stesso tempo suggeriscano in qualche modo l’esperienza connessa al contenuto che stai condividendo.

2. I gattini funzionano, ma ti fanno sembrare un idiota
A proposito di immagini: è vero, gli animali suscitano tenerezza e inducono molte persone a piazzare acriticamente un like sul tuo contenuto. Ma non sono i like che ti servono, sono i click al tuo link. Non hai bisogno di farti vedere, hai bisogno di far conoscere il tuo contenuto. Perciò, se la tua pagina pubblicizza accessori artigianali per maniaci della bicicletta, evita di piazzare la foto di un gattino sulla sella di una bici, scegli una foto o un video che aiutino l’utente a farsi un’idea chiara e rapida di quale sia il tuo prodotto. Anche perché, riflettici: TUTTI postano foto di gattini, rischi che il tuo contenuto, per quanto interessante, finisca diluito in un mare di faccine coccolose.

3. Conosci il tuo pubblico
Lo so, hai poco tempo, è così per tutti. Ma più tempo dedicherai a calibrare la tua strategia di marketing, più visualizzazioni otterrai. Per dire, può essere che la tua pagina proponga una varietà di contenuti: invece di pubblicare post generalisti nella speranza di abbracciare un pubblico il più ampio possibile, calibra ogni post sul tipo di pubblico che intendi raggiungere. Puoi utilizzare i tool di Facebook per il pubblico personalizzato . Oppure, se hai tempo, puoi controllare quale tipo di utenti siano fan della tua pagina e modificare la tua strategia di conseguenza.

4. Non pubblicare troppo
Vuoi esserci a tutti i costi, vuoi che i tuoi post siano sempre in cima al feed, vuoi che la gente non abbia scampo di fronte al tuo fuoco di fila, e allora posti un contenuto ogni dieci minuti. Attento: se questo può garantirti un minimo di visibilità in più nel breve termine, nel lungo termine potrebbe alienarti il tuo stesso pubblico. Ricorda, gli utenti non sono su Facebook per seguire la tua pagina, ma per seguire altri utenti e condividere il proprio pezzo di quotidianità. Se gli intasi il feed con i tuoi post, è probabile che tolgano il like alla tua pagina.

5. Tagga, condividi e fai condividere
Una condivisione vale più di un post. È una regola semplice ma efficace. Piuttosto che mitragliare il feed altrui con le tue scocciature, concentrati nel confezionare contenuti coinvolgenti e poi fai in modo che vengano condivisi. Segui i trend e gli hashtag più diffusi, chiedi a un amico di condividere i primi post, in modo da guadagnare follower. Una soluzione utile è taggare in ogni contenuto un’altra pagina, possibilmente molto seguita, in modo da raggiungere utenti anche al di fuori della tua ristretta cerchia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti