Social

Facebook migliora Graph Search: la ricerca arriva sugli aggiornamenti di stato

Il motore di ricerca del social network estende le funzionalità di ricerca a post, commenti check-in e informazioni correlate. Ecco cosa cambia per gli utenti

Cosa ne è stato di Graph Search , il motore di ricerca che Facebook ha annunciato in pompa magna all’inizio di quest’anno? Chi si aspettava di vedere un Google in formato sociale è rimasto finora deluso: il search creato da Mark Zuckerberg e soci è per il momento uno strumento che si limita a mettere ordine fra alcune connessioni – amicizie, foto e luoghi di interesse – in base a determinati filtri.

Da oggi però, potrebbe esserci almeno un buon motivo in più per utilizzarlo: la possibilità di frugare fra i post e gli aggiornamenti di stato. Con un update del servizio (disponibile per il momento per un ristretto numero di utenti americani e inglesi), Facebook ha infatti esteso le funzioni di Graph Search anche ai contenuti testuali presenti nel flusso delle notizie. Significa che potremo cercare tutti i post relativi ad un determinato topic (ad esempio “governo” o “Juventus”) semplicemente digitando la parola chiave all’interno dell’apposito campo di ricerca.

Oltre agli aggiornamenti di stato, la ricerca sarà attiva anche sui commenti, sui check-in e sulle informazioni che riguardano data e luogo di post o foto. Gli utenti, chiarisce Facebook, potranno un pratica cercare i post sui quali sono stati apposti commenti, quelli scritti da un determinato luogo o in un determino lasso di tempo.

Le nuove funzioni di ricerca saranno applicabili anche agli alle persone fuori dalla propria cerchia di amicizie, purché dotate di un profilo pubblico. Una funzione che nelle intenzioni di Facebook dovrebbe contrastare la supremazia di Twitter nelle ricerche generiche in tempo reale. Oltre che migliorare il livello di personalizzazione delle inserzioni pubblicitarie.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti