Facebook Instant Articles cover
Social

Facebook diventerà il nostro giornale online

Con gli articoli istantanei leggeremo gli articoli delle testate online senza uscire dal social network. Fra i partner il New York Times e il Guardian

Il buon vecchio link resta ancora un’ottima scorciatoia per raggiungere e condividere articoli e opinioni varie. Ma nell’era della mobilità e dei social network serve qualcosa che permetta di arrivare prima e meglio all’informazione online. È sulla base di questa convinzione che Facebook sta lavorando a quattro mani con gli editori: l’obiettivo - dichiarato da tempo - è riuscire a offrire al quasi miliardo e mezzo di iscritti al portale un’esperienza di lettura che vada oltre il classico “rimbalzo” sulle pagine delle varie testate online, qualcosa di più coinvolgente e, perché no, integrato.

Il primo frutto di questa collaborazione si chiama Instant Articles, una funzionalità che arriverà nelle prossime settimane sull’app mobile di Facebook (si inizierà da iOS per poi estendersi agli altri sistemi operativi) e che permetterà di fatto di visualizzare gli articoli dei principali giornali internazionali senza uscire dal social network.

 

Una lettura più veloce (e più ricca)
In questo modo, spiega lo staff di Menlo Park, sarà possibile godere di un'esperienza di lettura molto più veloce (fino a dieci volte lo standard medio degli articoli web mobile) ma soprattutto più ricca: gli articoli istantanei, infatti, saranno corredati con tutta una serie di funzioni interattive che permetteranno agli utenti di interagire in modo più profondo con i contenuti, ad esempio zoomando e allargando le foto ad alta risoluzione inclinando il telefono, riproducendo i video in auto-play, esplorando mappe interattive o apponendo like e commenti sulle singole parti di un articolo.

Fra i partner il New York Times e The Guardian
Per gli editori l’accordo dovrebbe tradursi in maggiori opportunità di guadagno, sia attraverso i sistemi di pubblicità integrati all’interno di Facebook, sia mediante i sistemi di marketing targettizzato (Facebook Audience Network). Al momento sono già nove i partner dell’iniziativa - il New York Times, National Geographic, BuzzFeed, NBC, The Atlantic, The Guardian, BBC News, Spiegel e Bild - ma è ipotizzabile che il numero sia destinato a salire nei prossimi mesi. Soprattutto se l’esperimento avrà successo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti