Social

Facebook lancia i contenuti embeddabili. Ecco perché devi fare attenzione

Dopo il follow, l'hashtag e i micro-video stile Vine, Facebook introduce un'altra funzionalità che sembra copiata da Twitter. Ma ancora una volta esiste un rischio privacy

Facebook Embed

– Credits: Scott Beale @ Flickr

A quanto pare, nonostante il caldo, la fiacchezza e l’inerzia tipica dell’estate, Facebook continua imperterrito la sua rincorsa su Twitter. Dopo aver introdotto elementi portati alla ribalta dalla piattaforma di microblogging come la funzionalità Follow e gli hashtag , nella serata di Facebook ieri ha annunciato la possibilità di embeddare i contenuti della piattaforma su blog e siti web esterni.

Per ora la funzionalità è attiva solo su alcune testate selezionate (come Mashable, Huffington Post e il sito della CNN), ma ben presto sarà disponibile per qualunque utente. Embeddare un contenuto Facebook è piuttosto semplice: basta cliccare sull’angolo in alto a destra del riquadro e selezionare “Embed Post” per ottenere il relativo codice HTML. Una volta embeddato nel proprio sito o blog il contenuto consentirà lo stesso tipo di interazione rispetto alla sua versione Facebook: l’utente potrà esprimere un Mi Piace, commentare la foto o lo status in oggetto e all’occorrenza condividerlo sulla propria Timeline senza bisogno di tornare sul social network.

Non si tratta esattamente di un passo rivoluzionario, Facebook ha cominciato ad allentare lo steccato della sua piattaforma da tempo, con il lancio di Facebook Comments gli utenti del social network potevano interagire tra di loro senza dover passare per il via, i contenuti embeddabili non sono che un proseguimento di questo percorso.

Ma come per ogni novità introdotta da Facebook, anche in questo caso occorre fare attenzione. Non tutti i contenuti saranno embeddabili, solo quelli condivisi come pubblici (ossia, quelli che hanno il simbolo del globo in alto a destra). Il che porta uno scontato quanto insidioso corollario: qualunque contenuto tu abbia postato come pubblico potrà essere ripreso da siti e blog nella sua interezza.

Pensaci prima di condividere le foto della tua grigliata di compleanno.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L’hashtag sbarca su Facebook

Anche il social network di Mark Zuckerberg apre la porte alle conversazioni “etichettate”. Che da oggi potranno essere visualizzate in un apposito feed di notizie

Commenti