twitter lite
Social

Come usare Twitter Lite per consumare meno dati

Da oggi è disponibile il nuovo sito pensato per chi non ha una buona connessione o un piano dati limitato. Ecco come funziona

Paesi in via di sviluppo, zone remote del mondo ma anche un viaggio all’estero con il telefonino in roaming. Sono tante le situazioni in cui farà comodo Twitter Lite, il nuovo sito presentato dal social network per consentire a un numero maggiore di persone di pubblicare e leggere i post del famoso microblog. Si tratta appunto di un portale e non di una nuova applicazione (come ad esempio Facebook Lite), accessibile all’indirizzo https://mobile.twitter.com. Ma attenzione, qui c’è qualcosa di più di una semplice pagina web perché, soprattutto per chi usa un dispositivo Android, Twitter Lite prevede la possibilità di ricevere le classiche notifiche come se si avesse l’app installata sul cellulare.

Ciò è reso possibile dalla collaborazione con Google e altre software house che sviluppano browser mobili, che hanno aperto parte del loro codice per integrare nei programmi alcune funzionalità di Twitter nativamente, ottimizzando lo spazio occupato in memoria (la cosiddetta cache). Anche dopo decine di visite, Twitter Lite occuperà meno di 1 megabyte, evitando così di appesantire lo storage residuo.

Stando al comunicato rilasciato da Patrick Traughber, product manager della compagnia: “Lite richiede meno di 1MB e offre un’esperienza del 30% più veloce della classica navigazione con le app ufficiali. Vogliamo che nessuno si senta escluso dal nostro mondo, tutto quello che serve è uno smartphone o un tablet in grado di andare su internet”.

 

Il servizio mantiene tutte le caratteristiche principali della versione completa, sia su dispositivi mobili che in modalità desktop (twitter.com). È ovvio che le stime in merito all’utilizzo valgono solo quando si scorre la bacheca e non ci si mette a visualizzare immagini e video. Ma anche in questo caso la promessa è di ridurre l’erosione del traffico. Il team ha infatti inserito una modalità di risparmio dati che limita ulteriormente le informazioni scambiate con i server. Ad esempio, quando si naviga il flusso di notizie e ci si imbatte in post che contengono foto e filmati, Twitter Lite mostra solo un’anteprima degli stessi, sfocata e con il testo Load Image; a questo punto solo cliccando sul contenuto scelto avviene il caricamento vero e proprio.

Secondo Twitter, sono circa 3,8 miliardi i dispositivi cellulari connessi a livello globale. Il 45% di questi però viaggia su reti instabili basate quasi esclusivamente sullo standard 2G (mentre già si parla di 5G). Con Lite, il social network guarda soprattutto a loro ma anche a chi si trova, magari solo temporaneamente, fuori dal raggio di azione delle celle più veloci e non vuole (o non può, pensiamo agli inviati di guerra) fare a meno di raccontare cosa succede nel suo mondo e capire quello degli altri.

© Riproduzione Riservata

Commenti