Social

Bang With Friends, via dall'App Store

Apple censura la popolare applicazione. Che resta però in Google Play

Il "torno subito" di Bang With Friends (Credit: Bang With Friends)

"Be Right Back" - torniamo subito - dice un breve messaggio su quella che dovrebbe essere la pagina per il download iPhone di "Bang With Friends". "Stiamo lavorando con Apple per riportare a breve BWF nell'App Store". Lo stesso dichiara Colin Hodge , CEO e cofondatore del servizio.

Ma se ciò accadrà davvero è ancora da vedersi: dopo soli tre giorni, Apple ha rimosso la popolare ma discussa applicazione dal proprio negozio per smartphone e tablet

Bang With Friends - l'applicazione che, senza girarci troppo attorno, prometteva incontri "hot" con le proprie amicizie coltivate sui social network - finirà per essere una di quelle (tante) pittoresche meteore della Rete, seguitissime da folle oceaniche per un breve ma intenso periodo, per poi cadere altrettanto rapidamente nell'oblio? E' possibile. Nel frattempo, comunque, resistono la versione web accessibile via Facebook e quella Android, quest'ultima apparsa insieme a quella Apple

Già, perché Google non ha seguito i passi di Apple; è noto che in ambiente Android ci sia un po' più di tolleranza che dalle parti di Cupertino - anche se questo non è che abbia esattamente giovato alla qualità di molti contenuti nel negozio digitale di Mountain View. In Google Play, comunque, Bang With Friends appare con tanto di fotografia osé ben più che "allusiva" e neppure sfumata come avviene sulla homepage stessa dell'applicazione.

Va anche detto che - a guardare il piccolo grafico che colloca la versione Android tra i 50.000 e i 100.000 download - dopo un picco di scaricamenti in corrispondenza dell'uscita, lo scorso 14 maggio, la versione distribuita da Google Play già sembra perdere decisamente terreno. L'effetto-meteora resta dietro l'angolo, insomma.

L'avventura di Bang With Friends, partita solo qualche mese fa su Facebook, dopo un periodo trascorso senza particolari azioni promozionali ma comunque con una decisa crescita del numero di iscritti - ora superiori al milione - un quinto dei quali parrebbero aver raggiunto l'obiettivo con il partner desiderato, era approdata su smartphone e tablet . Subito con risultati entusiasmanti, ma allo stesso tempo presentando anche una versione un po' più edulcorata, in cui c'è anche la possibilità "hang" oltre che "bang". Come dire: se avete voglia di uscire con qualcuno e/o di conoscersi meglio, senza necessariamente aver fretta di arrivare subito al dunque.

L'applicazione era stata anche contestata perché mancante di filtri: per esempio c'è stato chi, testando l'applicazione aveva avuto modo di trovarci membri della propria famiglia oppure minorenni con cui si ha amicizia su Facebook .

Ad Apple le recenti modifiche non sembrano essere bastate. E l''operazione di "rientro" nell'App Store non appare facile.

E poi, la concorrenza è sempre pronta ad approfittarne. Ecco per esempio un'applicazione Android dal nome abbastanza eloquente ("Friends With Benefits" , uscita il 9 maggio) che pur presentandosi in maniera decisamente meno esplicita e provocatoria, praticamente funziona allo stesso identico modo di Bang With Friends...

© Riproduzione Riservata

Commenti