Social

Ask: 5 consigli per usarlo

Una cosa è certa: ci si espone a commenti e domande non sempre meravigliose (per dirla con un eufemismo). Allora: o siete ragazzi di carattere e sapete cavarvela con ironia. Altrimenti seguite 5 regole.

iStckphoto/ Thinkstock/Getty Images

Ho letto diversi articoli su adolescenti suicidatisi in seguito a cyber-bullismo su Ask.fm. Ma non ne sapevo un granchè. Poi ho indagato e curiosato su diversi profili di Ask. E ora mi è tutto più chiaro.

Ecco 5 regole per usarlo senza essere preda degli stalker:

1) Rivolto alle ragazze: evitate foto semi svestite/sexy. Stimolerete solo le fantasie dei dementi che gironzolano in rete. E sarete la gioia dei pedofili. Poi vi resta solo una strada: chiudere il vostro profilo. O bloccare l'anonimo che vi molesta.

2) Quando partono messaggi anonimi, vedete di rispondere con ironia. A volte  un semplice: “fatti i fatti tuoi” ( detto anche in maniera, diciamo, più diretta) potrebbe bastare. Altrimenti provate a girargli la domanda.

3)  Non entrate mai nel botta e risposta (a meno che non sia un vostro amico dichiarato). Se dall’altra parte c’è il solito ignoto, chiedetegli di svelare la sua identità. Alla terza volta si dileguerà.

4)  Più siete brillanti nel rispondere più spiccherete nel flusso della home. Se ricevete insulti diretti non prendetevela. Non aspettano altro. Dribbla con ironia e passa oltre. Non ne sei capace? Chiedi aiuto alla più cinica e tagliente delle tue amiche (o amici, per i ragazzi). E collegatevi insieme a lei/lui.

5) Non contate mai sul team sicurezza del sito, sperando che vi tolga dai piedi il molestatore: data la quantità di utenti attivi è davvero impossibile  per loro tutelare gli iscritti dagli stalker. Rassegnatevi dovete cavarvela da soli. Quindi: levatevi l'aria da sognatori: su Ask vincono i cinici. Nessun appello a coscienze che gli anonimi non hanno (altrimenti rivelerebbero la loro identità): non farete altro che attirarli contro di voi.

Un ultimo consiglio, questa volta per i genitori: l’account di Ask.fm non è anonimo. Controllate se vostro figlio è iscritto e guardate come riesce a cavarsela nelle risposte (tutti possono vederle).

Se vi accorgete che è in difficoltà o intervenite, in anonimo, per spazzolare via lo stalker, o parlate con vostro/a figlio/a e cercate di convincerlo a uscire dal social.

I deboli e gli insicuri, caratterialmente parlando, dovrebbero tenersi alla larga da qui.

© Riproduzione Riservata

Commenti