Apple Watch Fitness
Smartphone & Tablet

Effetto Watch: via gli smartband dagli Apple Store

La società di Cupertino eliminerà dai suoi negozi tutti i possibili concorrenti del suo smartwatch, Jawbone e Nike compresi

C’è spazio per un solo device sui nostri polsi, e non potrà che essere Apple. All’indomani dell’annuncio del suo primo smartwatch, la società di Cupertino avrebbe ordinato il ritiro di tutti i dispositivi indossabili commercializzati fino ad oggi negli Apple Store. Fra i prodotti cancellati dall’inventario del colosso californiano ci sarebbero anche il Jawbone Up e il Nike+ FuelBand, due fra i più noti activity-tracker compatibili con il mondo iOS.

La notizia, diramata ieri da Re/Code, non giunge a sorpresa. Già dopo l’acquisizione di Beat, Apple aveva provveduto a togliere dai propri store le cuffie di alcuni grandi marchi dell’industria audio, come Sennheiser, Bowers & Wilkins and Marshall e Bose. Lo stesso destino tocca ora ai prodotti per il fitness, ritenuti evidentemente concorrenziali rispetto ad alcune delle funzioni del nuovo Watch. Lo smartwatch di Apple, lo ricordiamo, permette infatti fra le altre cose di contare i passi, monitorare il battito cardiaco e tenere traccia di alcuni parametri legati all’attività fisica (calorie bruciate, tempo passato in movimento/seduti).

Prima di Jawbone e Nike, era stata la volta di FitBit, altro importante marchio del mondo dei wearable cancellato lo scorso autunno dalla lista dei fornitori Apple. Una mossa che non fu accolta di buon grado dal produttore californiano che proprio da quel momento "sganciò" i suoi smartband dall’applicazione Health (Salute) presente in iOS.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti