Vodafone VoLTE
Smartphone & Tablet

VoLTE, cos’è e come funziona

Come va il primo servizio di chiamate su rete 4G lanciato in Italia da Vodafone

Non è una chiamata come tutte le altre, ma nemmeno va confuso con il VoIP. Il VoLTE - letteralmente Voice Over LTE - è qualcosa di più: una modalità per effettuare chiamate di qualità superiore, e allo stesso tempo interagire in modo più ricco con chi sta dall’altra parte della cornetta.

A spiegarci come funziona davvero è Vodafone, primo operatore a lanciare il servizio in Italia sulla sua rete 4G. Che sottolinea in modo particolare i due plus del sistema rispetto a una comune chiamata o videochiamta su rete IP: da un lato la possibilità di effettuare conversazioni in alta definizione (ovvero con una qualità della voce più nitida e isolata dai rumori circostanti), dall'altro quella di condividere contenuti digitali, ad esempio foto, video, mappe e musica, il tutto senza mai uscire dall’interfaccia di chiamata.

 

Per effettuare una telefonata VoLTE e sfruttare tutte le funzioni associate occorre una SIM Vodafone 4G, un telefono adatto (per ora solo Samsung S6, Samsung S6 Edge, Samsung S5, iPhone 6, iPhone 6 Plus, LG G4, Microsoft Lumia 640) e un interlocutore dotato di pari requisiti. Su entrambi i telefoni - quello del chiamante e quello del ricevente - occorre poi un’app dedicata (Call+), ad oggi scaricabile solo per il mondo Android su Vodafone Store. Il servizio è gratuito, nel senso che non prevede costi aggiuntivi: le chiamate e gli eventuali contenuti condivisi verranno infatti scalati dal piano voce e dati.

È quasi certo che altri operatori si aggiungeranno a Vodafone nella corsa ai servizi VoLTE ed è altresì probabile che le applicazioni per abilitare le chiamate su rete ad alta velocità verranno - presto o tardi - completamente "annegate" all'interno dei sistemi operativi degli smartphone (un po’ come accade oggi per le videochiamate). Per il momento il sistema resta accessibile solo per i clienti Vodafone 4G (circa 2,8 milioni secondo le ultime stime) su un’area pari a circa l’88% del territorio italiano.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti