Smartphone & Tablet

Arriva Vodafone BE: sconti a chi usa il cellulare

La gamification si fa mobile con il progetto dell’incubatore Vodafone Xone e della startup Beintoo. Così nasce la moneta virtuale BeDollars

Credits: La prima pagina di Vodafone BE, @Connessioni

Il concetto è molto semplice e abbastanza diffuso nel mondo dell’IT, soprattutto di quello rivolto ad aziende e specifici settori: più utilizzi un servizio più conquisti valore per il fornitore. La logica, seppur ridotta all’osso, è la stessa e a dire il vero può funzionare parecchio. Vodafone Italia si fa portatrice dell’ingresso della gamification nel mondo “serio” di chi utilizza lo smartphone per telefonare e inviare SMS, ovvero quelle due funzioni per il quale è stato inventato ma che, per forza di cose, molti oramai non utilizzano più.

Vodafone, attraverso il lavoro del proprio incubatore xone che va a pescare startup e idee innovative in giro per il mondo, ha realizzato il progetto assieme alla startup italiana Beintoo, già conosciuta (come spesso accade) all’estero, per sfruttare il mondo mobile per generare loyalty e brand engagement, ovvero per far si che i clienti non cambino operatore.

Il funzionamento è molto semplice: ci si iscrive gratis alla promozione Vodafone BE   e si raggiungono obiettivi in automatico, utilizzando il cellulare come si fa ogni giorno. Quando si arriva ad un determinato obiettivo si conquistano i cosiddetti “badge” (l’azienda ha pescato a piene mani da Foursquare) ognuno dei quali è associato ad un certo status. Ad esempio con una telefonata di 15 minuti si diventa “Chatter” con la relativa iconcina; se poi riceviamo telefonate da almeno cinque numeri differenti (di ogni operatore) si conquista il titolo di “Guru” e di “Insomniac” se si è soliti telefonare di notte.

Come si evince dal regolamento, termini e loghi scelti, Vodafone BE è rivolto soprattutto ad un pubblico giovane, quella fetta di target che più di altri è propenso a saltare da un operatore all’altro alla ricerca della migliore offerta. Non è da sottovalutare la possibilità di raggiungere un bel bottino in termini di BeDollars che permettono, tra l’altro, di avere sconti sull’acquisto di smartphone, tablet e sull’attivazione e utilizzo di offerte speciali per sfruttare telefonate, messaggi ed internet.

Il guadagno è per tutti i soggetti coinvolti: Vodafone cerca di trattenere il più possibile i clienti che, una volta entrati nel circolo della gamification difficilmente abbandoneranno i punti e i badge conquistati; i clienti stessi che possono utilizzare il cellulare per guadagnare premi e sconti e Beintoo che conquista l’accesso al parco clienti dell’operatore con la possibilità di farsi conoscere dal grande pubblico e conquistarsi il proprio mercato.  

 
© Riproduzione Riservata

Commenti