Vodafone generica 2
Smartphone & Tablet

Vodafone 4G+: come scaricare un file da 1 Gb in 30 secondi

Annunciato in 80 città il nuovo servizio di connettività in mobilità: raggiunge velocità fino a 225 Mbps con smartphone e tablet abilitati

Sono passati 10 anni dall’arrivo del 3G ma sembra passato un secolo. A ricordarcelo, una volta di più, è Vodafone, con il lancio di quella che potremmo considerare l’evoluzione del 4G. Si scrive 4G+ ma si pronuncia 4G Plus, quasi a sottolineare la marcia in più rispetto al recente passato.

Stiamo parlando, per chi non l’avesse ancora capito, dello standard che ci permetterà di navigare alla massima velocità da smartphone o tablet (purché ovviamente compatibili con la tecnologia): sulla carta c'è "gas" per arrivare fino a 225 Mbps in download, chiarisce Vodafone, ma la promessa è di arrivare a 300 Mbps nel 2015. A conti fatti si tratta di velocità (teoriche) più che raddoppiate rispetto all’attuale 4G e quasi 1000 volte maggiori rispetto alle primissime connessioni 3G a 384 kbps.

Ne guadagnerà soprattutto lo streaming
Per avere un’idea più concreta dei benefici che lo standard porterà in dote, basti pensare che grazie al 4G+ sarà possibile scaricare file di 1GB in meno di 30 secondi, vedere film in streaming in 4K senza buffering e tempi di attesa, fare video-conferenze in alta risoluzione e navigare con una qualità paragonabile ad una connessione di rete fissa in fibra ottica.

"Per arrivare a questi risultati" - spiega Fabrizio Rocchio, Direttore Technology di Vodafone Italia - "abbiamo lavorato sulle tecniche di combinazione e compressione delle frequenze LTE (800, 1800 e 2600 MHz), un upgrade che ci ha permesso di migliorare non solo le velocità di connessione ma anche le prestazioni a livello di cella. Oggi siamo in grado di garantire un segnale più uniforme su tutta la superficie".

Copertura: 80 città nel 2014, 110 entro la primavera
Il servizio sarà attivo da oggi in 80 città (fra cui Roma, Milano, Torino, Bari, Cagliari e Palermo) ma l’obiettivo, spiega Vodafone, è di arrivare a 110 centri serviti entro marzo 2015. Per quella data l’operatore conta anche di attivare il suo primo servizio VoLTE, lo standard che permetterà di effettuare chiamate in “alta definizione” sfruttando la rete dati.

“Le aspettative su questa tecnologia sono molto alte - spiega Gianluca Corti, Direttore Divisione Consumer di Vodafone Italia - siamo convinti che il VoLTE cambierà l’esperienza utente in modo radicale. I nostri consumatori potranno contare su una migliore qualità delle chiamate, ma anche su un aggancio più rapido alla rete e funzionalità di interazione spinta. Sarà possibile ad esempio condividere un video, una foto o una mappa di Google durante una chiamata”.

Prezzi: per i clienti 4G sei mesi di servizio gratuito
Capitolo costi. Dal momento del lancio (oggi, 27 novembre 2014) fino ai prossimi sei mesi, Vodafone offrirà gratuitamente il servizio 4G+ agli utenti che già dispongono di un piano dati 4G. Poi si vedrà. Va detto che non sono molti, per il momento, gli smarphone e i tablet che supportano la nuova tecnologia. Oltre ai tre device di punta della nuova collezione Samsung (Galaxy Alpha, Galaxy Note 4 e Galaxy Edge) troviamo il nuovo Honor 6 e l’Ascend M7 di Huawei. La lista, comunque, è destinata a rimpolparsi nei prossimi mesi con l’arrivo dei nuovi modelli basati su tecnologia LTE Advanced.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti