ubereats
Smartphone & Tablet

Uber bloccato in Spagna? No se consegna cibo

I taxi privati sono fermi allora l’app cambia veste per offrire un servizio di trasporto vivande a domicilio. Si comincia da Barcellona

Dopo una serie di scioperi, proteste, manifestazioni e minacce, la migliore risposta di Uber è arrivata sul campo. Invece di dare ulteriore corda alle polemiche sulla piattaforma che sta rivoluzionando il mondo dei piccoli trasporti adesso l’app si apre ad altri utilizzi anche in Europa. Dopo il lancio a New York di UberRush, la novità per il vecchio continente si chiama UberEats, una funzione che i cittadini di Beverly Hills e Los Angeles conoscono già con il nome UberFresh. Si tratta della possibilità di ordinare in qualsiasi momento un pasto presso i locali supportati per poi aspettare che un autista lo porti direttamente a casa o dovunque si voglia.

I prezzi        

La prima città a sperimentare l’opzione al di fuori dagli Stati Uniti è Barcellona dove la media di ogni pacchetto culinario si aggira intorno ai 10 euro più 2,50 euro per il trasporto. Tutto quello che gli iscritti devono fare è aprire Uber e cliccare sull’icona di UberEats. Non è ben chiaro se l’accesso all’applicazione sia tornato disponibile in Spagna dove lo scorso 9 dicembre un ordine del tribunale di Madrid ne aveva ordinato il blocco da parte degli operatori nazionali.

 

L’obiettivo della compagnia statunitense pare essere proprio quello di farsi riabilitare all’interno del paese visto che se non può offrire un servizio di taxi potrà almeno dedicare la sua rete e tecnologia alla consegna di cibo e bevande almeno fin quando qualche pizzeria a domicilio non deciderà di ribellarsi. L’ufficialità di UberEats è arrivata dal blog dell’azienda che ha spiegato il vantaggio di ordinare e ricevere un pasto “in soli 10 minuti”.

Come funziona

Al pari del classico Uber il pagamento avviene dopo l’ordinazione con un addebito sulla carta inserita in fase di registrazione e proprio come per la prenotazione di un autista privato, sulla mappa interattiva si potrà monitorare il percorso dell’ordine in tempo reale dal locale di partenza al luogo scelto. In Spagna UberEats pescherà a mani libere dal database di Plateselector, una delle migliori guide gastronomiche della città che aggiungerà periodicamente nuovi locali e menu per chiunque sia troppo stanco o impegnato per cucinarsi una llagosta i pollastre.

© Riproduzione Riservata

Commenti