Smartphone & Tablet

Traffico online: i tablet superano gli smartphone

Una ricerca condotta da Adobe conferma: il volume di pagine viste da tavolette multimediali è maggiore di quello che transita sui telefonini intelligenti

Fino a tre anni fa nemmeno esistevano. Poi, un giorno, Steve Jobs li annunciò al mondo, dipingendoli come i dispositivi che avrebbero traghettato l’umanità verso l’era del post-PC. Ci aveva visto bene il compianto leader di Apple: i tablet, sarebbero diventati da lì a poco gli oggetti più importanti della nostra vita digitale.

L’ultima conferma è arrivata – se mai ce ne fosse stato bisogno – da Adobe attraverso il suo Digital Index, il rapporto dedicato al traffico in Rete. Dal quale emerge un dato su tutti: per numero di pagine viste, il tablet ha superato lo smartphone.

L’8% di tutto il traffico Web, si legge infatti nel report, transita oggi su iPad e affini, contro il 7% del volume di pagine generato dai telefonini intelligenti. La conclusione è dunque palese: i tablet sono allo stato attuale il supporto mobile più gratificante per navigare.

A favore delle tavolette multimediali giocano sostanzialmente due fattori: da un lato la migliore esperienza di navigazione, dovuta perlopiù alla grandezza del display, dall’altro una maggiore propensione a consumare dati sfruttando la connettività Wi-Fi (preferita alle reti 3G, specie in ambienti indoor).

La possibilità di combinare portabilità, profondità di navigazione e connettività a banda larga, in buona sostanza, sta portando un numero sempre maggiore di utenti a preferire il tablet rispetto a qualsiasi altra piattaforma mobile, almeno quando si tratta di “sostenere” lunghe sessioni online.

Da qui il monito di Adobe agli esperti del marketing online: portate sì i vostri i contenuti online ma cercate di valorizzare al massimo le specificità dei diversi supporti digitali. Non è solo questione di adattarsi alle misure (dei display) ma di esperienza d’uso nel complesso. Chi naviga su tablet – sottolinea infatti Adobe – visualizza circa il 70% di pagine in più rispetto a chi lo fa da smartphone.

Proprio in quest’ottica si inseriscono alcune delle novità presentate da Adobe in questi giorni e in particolare le nuove funzionalità di Adobe Marketing Cloud. La suite di soluzioni cloud per gestire analisi, social media, pubblicità, personalizzazioni ed esperienza web, si presenta rinnovata sia nell'interfaccia (ora anche in versione touch) sia nelle funzionalità delle sue cinque componenti. Da sottolineare in particolare le nuove risorse di Adobe Social per sviluppare applicazioni sociali (come coupon, lotterie) già configurate per adattarsi ai diversi dispositivi mobili, l'aggiornamento di Adobe Experience Manager, con il supporto migliorato al responsive design, ai video e alle funzioni per le comunità social, e le nuove feature di Adobe Media Optimizer, dal quale è ora possibile creare e personalizzare annunci pubblicitari per i diversi canali di digital marketing.  

Lo stesso Adobe Media Optimizer è stato inoltre arricchito da una nuova versione Standard sagomata ad hoc per la creazione di offerte pubblicitarie basate su regole e per l'analisi delle campagne marketing sui motori di ricerca attraverso Adobe Analytics. L’obiettivo, spiega l’azienda, è quello di dare ai media buyer, alle agenzie che operano nel Search Engine Marketing (SEM) e ai pubblicitari un maggiore controllo e trasparenza sulle campagne a fronte di una spesa contenuta.

© Riproduzione Riservata

Commenti