Smartphone & Tablet

Microsoft Surface Mini: il segreto è il Kinect

Il prossimo tablet di Redmond avrà il sensore della Xbox One per una nuova interazione con l’ambiente circostante. Sfida a iPad Mini e Galaxy S4

– Credits: pchow98 , Flickr

Con quasi tutti i principali dispositivi del 2013 arrivati anche in versione “mini” (parliamo di tablet ma anche di smartphone), sembra abbastanza normale che Microsoft voglia dire la sua, decidendo di sviluppare una versione ridotta, in dimensioni, del suo Surface. È indubbio che il tablet di casa Redmond non abbia trovato il successo sperato, vuoi per una serie di circostanze d’impatto con l’arrivo, quasi in concomitanza, di Windows 8 che ne ha frenato l’adozione da parte dello zoccolo duro della serie XP/7 (Vista è “volutamente” non citato), vuoi per una serie di mancanze (modulo 3G/4G) che hanno fatto pendere la bilancia dalla parte dei competitor. Il tempo per un riscatto è vicino e la risalita potrebbe arrivare con una tavoletta dal “taglio” di 8 pollici.

La strada aperta dall’iPad Mini è stata percorsa da diversi attori negli ultimi dodici mesi. Tra tutti Samsung che ha rinfrescato la sua gamma Galaxy Note con il tablet “8” dotato di S Pen, un device interessante sotto diversi punti di vista. Poi sono arrivate Acer, LG e Amazon, ognuna con la propria versione dell’8 pollici, convinti che la verità e il successo stiano nel “mezzo” tra grande smartphone e piccolo tablet.

Stando a quanto riferito dalla cinese WPDang , il Surface Mini starebbe per arrivare e porterebbe con sé delle novità non da poco. Tra tutte la presenza, udite udite, di un sensore Kinect per portare il riconoscimento dell’ambiente circostante e le gesture verso un livello successivo. Ma a differenza dei “mini” citati poco sopra, il Surface sarebbe ridotto solo nelle dimensioni; caratteristiche software e hardware rimarrebbero le stesse del fratello maggiore con un evidente guadagno in termini di praticità e utilizzo. Il Kinect sul Surface Mini permetterebbe una migliore interazione con il device attraverso i movimenti degli utenti rispetto, ad esempio, a tecnologie simili presenti oggi. Basti pensare alle “Air Gesture” del Samsung Galaxy S4, una novità di fatto ma ancora in fase di test visti i problemi di risposta ai comandi (sfioramento, sguardo, ecc…) di chi si ritrova davanti.

Le caratteristiche tecniche, assolutamente rumoreggiate e non ufficiali, raccontano di un display Full HD comparabile al Retina dell’iPad Mini 2; il sistema operativo dovrebbe essere (ahimè) Windows 8.1 in versione RT su processore Bay Trail di Intel. Mettendo queste prime specifiche in croce troveremo somiglianze con quelle del prossimo tablet Nokia Lumia 2020 che dovrebbe essere presentato al Mobile World Congress del 2014. La sfida al miglior 8 pollici dei prossimi dodici mesi si gioca in casa: Microsoft-Nokia è al calcio d'inizio. 

 
© Riproduzione Riservata

Commenti