Gear-Fit2-Pro_Lifestyle_Swimming_Red_2P_RGB
Smartphone & Tablet

Allenamento hi-tech: Samsung lancia Gear Sport

All'IFA di Berlino arrivano il nuovo smartwatch e la smartband Gear Fit2 Pro, affiancati dall'edizione 2018 delle Icon X: il fitness è sempre più connesso

Solo qualche giorno fa Fitbit annunciava Iconic, il suo primo vero e proprio orologio intelligente. La mossa di Samsung non si è fatta attendere con il Gear Sport e il Gear Fit2 Pro.

Si tratta di dispositivi dall'obiettivo in comune ma dall'estetica decisamente diversa. Il primo ha le sembianze di uno smartwatch dal quadrante classico ma futuristico, il secondo è invece una smartband, un accessorio meno ingombrante e più versatile, da sfoggiare anche in ambiti borghesi.

Per chi conosce già l'universo di gadget connessi di Samsung, il Gear Sport è una versione alleggerita del Gear S3 mentre il Fit2 Pro prosegue sulla scia dell'attuale Fit2, pur migliorandone alcuni aspetti.

 

Gear Sport: non serve scegliere

Se il Gear S3 Classic e Frontier restano orologi dal taglio tradizionale, lo Sport guarda a un pubblico più ristretto, quello delle corsette al parco e della mezz'oretta in piscina. L'idea del colosso coreano, che sta attraversando un momento non facile per la condanna al vicepresidente, è quella di donare al mercato un oggetto polivalente, che possa cogliere l'interesse sia degli amanti della tecnologia che degli sportivi, anche i professionisti.

La partnership con Speedo

Si, perché in occasione del lancio, Samsung ha stretto una partnership con Speedo, marchio di abbigliamento per il nuoto sportivo, grazie alla quale nuotatori di ogni livello potranno monitorare le loro prestazioni in vasca utilizzando l'app Speedo On, ottimizzata per lo smartwatch. Tutto ciò grazie alla possibilità di immergere lo Sport sia a 50 metri di profondità che a 5 ATM (le atmosfere), senza paura di ossidarlo.

Gear Fit2 Pro: eleganza in movimento

La stessa Speedo On si può usare sul Fit2 Pro, che ha un design praticamente identico a quello del Fit2, se non fosse per un peso minore e una maggiore fantasia nella scelta dei cinturini: rosso o nero. La differenza è però sotto la scocca, dove questa volta c'è un sensore GPS per il tracciamento delle attività in autonomia, senza doversi portare dietro sempre lo smartphone.

Restano i 4GB di memoria integrata per salvare canzoni e ascoltarle con il Bluetooth e la batteria da 200mAh a lunga durata. Non manca ovviamente il sensore per il battito cardiaco, che sincronizza i dati con l'app Health, disponibile sia per Android che iPhone (da iOS 9 in poi).

Icon X: le AirPods di Samsung

Visti nel 2016, gli auricolari di casa non sembrano aver fatto scintille anche se la loro ergonomia è anche maggiore di quella della concorrenza, leggasi Apple. Il motivo? Qui non c'è alcun archetto che spunta e perderle, una volta indossate, è più difficile grazie a una piccola porzione che va a incastrarsi sotto il padiglione. La custodia fa anche da base di ricarica e, da sola, può allungare la vita delle cuffie di un'ora. L'autonomia resta però il talone d'Achille di gadget del genere, da dover attaccare alla presa praticamente una volta al giorno, se si utilizzano di frequente.

Prezzi e disponibilità

Non vi è alcuna ufficialità ma pare che tutti i Gear appena presentati siano pronti ad arrivare in Europa, Italia compresa, nel giro di qualche settimana. Sconosciuti i prezzi di ognuno anche se dovremmo essere sulla linea dei precedenti, forse anche qualcosa in meno: 199 euro per le Icon X 2018, 299 euro per il Gear Fit2 Pro e 349 euro per il Gear Sport. Tutto da confermare.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti