samsung gear S3
Smartphone & Tablet

Samsung Gear S3, lo smartwatch che fa l’orologio

Presentato a Berlino il successore del Gear S2, in doppia versione: Classic e Frontier. Resiste all’acqua e finalmente ha il GPS

da Berlino

È ancora difficile dire oggi quanto siano popolari gli smartwatch. Apple, con il suo Watch, ha sempre evitato di comunicare dati precisi sulle vendite, mentre gli altri, come Samsung, tendono a parlare in generale di mondo degli “indossabili”. Certo è che risulta sempre più difficile notare ai polsi delle persone, di qualsiasi età, un orologio vecchio stile, con la sola funzione di indicare l’ora, al massimo la data e poche altre informazioni di base.

Sicuri del trend, i principali marchi si sono lanciati nel particolare segmento, puntando forte su un accessorio che pare avere le carte in regola per soppiantare del tutto la controparte analogica. Se quelli di qualche anno fa potevano essere considerati solo esperimenti, negli ultimi tempi gli smartwatch sono diventati oggetti di stile, capaci di essere minimalisti e intelligenti allo stesso tempo, senza risultare solo un gadget touch per gli appassionati.

Su tale linea cardine si poggia il nuovo Gear S3 di Samsung, presentato pochi istanti fa durante l’evento Unpacked dell’IFA di Berlino, che Panorama.it sta seguendo in Germania. Al di là delle caratteristiche tecniche, che vedremo più avanti, quello che salta all’occhio è proprio il design di uno smartwatch che, finalmente, torna a fare l’orologio, lasciando per strada dimensioni e forme futuristiche, e per questo non troppo apprezzate dai novizi.

 

Due versioni

Il Gear S3 arriva in due declinazioni: Classic e Frontier. Entrambe condividono la forma circolare con la ghiera per l’accesso alle funzioni. Il display è da 1,3 pollici Super Amoled, con la particolarità dell’adozione del primo Gorilla Glass SR+ della storia, la protezione simile a quella montata sugli smartphone di fascia alta, studiata apposta per il comparto indossabili; ha un processore dual-core da 1 GHz, memoria interna da 4GB, 768 MB di RAM e sistema operativo proprietario Tizen 2.3.2. Non manca il Bluetooth 4.2, il Wi-Fi, NFC e il GPS (assente sui modelli precedenti). Frontier, rispetto al Classic, ha un peso leggermente superiore e, in generale, uno chassis più votato ad un’esperienza “rugged”, all’aria aperta, anche estrema (ma non troppo, considerando che si parla pur sempre di un dispositivo hi-tech di consumo).

Autonomia da record

Come i prodotti dedicati al fitness, tra cui il recente GearFit 2, a bordo degli S3 c’è l’accelerometro, il giroscopio, il barometro e il cardiofrequenzimetro, tutti molto utili con le app specifiche già pubblicate sullo store di Samsung e quelle in arrivo nei prossimi mesi. A conti fatti, tra le mani abbiamo il miglior smartwatch in circolazione che coniuga funzionalità classiche con opzioni orientate all’allenamento e allo sport. Un punto di rottura con la concorrenza? La batteria da 380 mAh che, secondo l’azienda, può portare l’orologio a stare lontano dal caricabatteria fino a quattro giorni. Esagerato? Forse, ma di certo si arriva alle 48 ore senza grossi problemi. In più, entrambe le versioni godono della certificazione IP68, che vuol dire resistenza alla polvere e all’acqua, così da non aver paura di guardare l’ora e rispondere a notifiche e messaggi anche sotto la pioggia.

Prezzi e disponibilità

Samsung non ha comunicato quanto costa e quando arriverà il Gear S3 ma secondo alcune indiscrezioni, la disponibilità sembra prevista per fine ottobre e inizio novembre, con un prezzo che si aggirerà intorno ai 400 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti