Samsung Galaxy Tab A Cover (Large)
Smartphone & Tablet

Samsung Galaxy Tab A, il tablet per grandi e piccini

Leggero, non troppo costoso e configurabile per l’accesso in sicurezza da parte dei bambini. Tutto sulla nuova tavoletta del gigante di Seoul

I tablet - questo almeno è ciò che ci dicono i dati di mercato - non sono più attraenti come un tempo. L’avvento dei phablet e degli smartphone extralarge da un lato e quello dei notebook ultrasottili dall’altro sembra aver tolto un po’ di smalto a un gadget che in principio veniva definito addirittura consacrato come il killer dei PC.

C’è tuttavia una buona fetta di utenti che continua a guardare con molta attenzione agli sviluppi del mercato delle tavolette multimaediali. Non sono "tecno-addicted", ma consumatori comuni, utenti che hanno bisogno di un dispositivo snello e possibilmente poco costoso per sbrigare tutte quelle faccende per le quali l’esperienza smartphone risulterebbe riduttiva : una ricerca su Internet, la lettura di un pdf di molte pagine, il racconto interattivo di una favola per bambini.

È proprio pensando a questa frangia di consumatori “medi”, che Samsung ha creato il nuovo Galaxy Tab A, un tablet che va a collocarsi proprio nel mezzo dell’ormai popolosa famiglia di tavolette Android della casa coreana. Si tratta, nello specifico, di un dispositivo da 10 pollici (9,7 pollici per l’esattezza) dagli ingombri decisamente contenuti (7.5 millimetri di spessore per 450 grammi di peso) e dal prezzo piuttosto interessante: si va dai 299 euro della versione base (solo WI-Fi) ai 349 euro di quella più completa (con pennino S-Pen e connettività 4G/LTE inclusa).

 

Che il Galaxy Tab A sia un prodotto pensato soprattutto per le famiglie lo si capisce dalle numerose funzionalità esclusive che fanno parte del corredo software. C’è un display ottimizzato per la visualizzazione di pagine web, e-book, riviste on-line ed e-mail, un sistema di Connessione Rapida che consente di passare contenuti e video da tablet a Tv (Samsung), e un’opzione (SideSync 3.0) per il trasferimento di schermate, contenuti, notifiche, messaggi e dati verso il PC di casa.

Ma c’è soprattutto un’utile modalità bambino (scaricabile via Galaxy Essentials o Galaxy Apps) che dà modo ai genitori di monitorare l'utilizzo del dispositivo da parte dei propri figli: il servizio consente in pratica di tenere traccia del tempo trascorso davanti allo schermo e di selezionare le applicazioni e i contenuti adatti ai più piccoli. In questa configurazione, che può essere estesa fino a un massimo di sei account personali per garantire l’accesso sicuro a più bambini dallo stesso dispositivo, il Samsung Galaxy Tab A è in grado di registrare le attività degli utenti, creando all’occorrenza una home alternativa con le app per bambini in primo piano.

Oltre al già citato pennino multiuso S-Pen (utilizzabile come il puntatore di un mouse per selezionare e spostare i contenuti facilmente o come strumento di scrittura e disegno per i più piccoli), Samsung Galaxy Tab A dispone di due fotocamere, una posteriore da 5 megapixel, con autofocus e funzionalità di scatto continuo (fino a un massimo di 20 scatti a raffica), e una anteriore da 2 megapixel.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti